Home
PDF E-mail

 

SATANISMO E PAGANESIMO


 

 

 

Partiamo dicendo che il Mondo NON inizia con la Bibbia.
Satana e i Demoni, in realtà, altro non sono che gli antichi Dei Originali, in seguito poi demonizzati dalle dottrine monoteiste.
Questo per molti è un concetto strano da comprendere, perché la maggior parte della gente è abituata ad associare la Bibbia all'inizio del Mondo, al principio di ogni verità conosciuta. Proprio come se nulla fosse mai esistito prima. E come dargli torto?
Alla fine siamo tutti cresciuti in un'epoca fortemente cristianizzata, riceviamo una programmazione mentale fin da piccolissimi e addirittura abbiamo un calendario (calendario gregoriano) il cui inizio corrisponde proprio alla presunta nascita di Cristo. Tuttavia il mondo non è iniziato con Gesù, né tanto meno con la Bibbia. La Bibbia è stata scritta dal popolo semita, ma prima dell'ebraismo vi erano altri popoli e altri culti, dove le persone amavano altri Dei e avevano altre tradizioni.  Sto parlando degli Dei Gentili amati dai Filistei, il culto sumero, i culti orientali, i culti norreni, latini, egiziani, amerindi, precolombiani! Non abbiamo la minima idea di quanto sia antico il mondo, le stesse Piramidi che secondo l'archeologia classica non hanno più di 5 000 anni, in realtà potrebbero averne più di 10 000! Un tempo i siti archeologici tendevano a riprodurre in Terra le costellazioni celesti. Non è infatti una novità che la posizione delle tre grandi Piramidi egizie corrisponda perfettamente alle tre stelle che formano la cintura di Orione. Ma se ci fate caso accanto alle tre Piramidi sovrasta la Sfinge, che rappresenta un leone… Ora, se a quei tempi erano così attenti a riprodurre il Cielo sulla Terra, credete che la statua di un leone sia stata costruita a caso? E propria rivolta ad est , ovvero il punto da cui sorge il sole? No, non è un caso. Nel 10500 a.c., infatti, il sole sorgeva proprio nella costellazione del Leone. Non vorrei azzardare ipotesi troppo audaci, ma io credo che forse un tempo le antiche popolazioni costruissero le loro opere basandosi sulle costellazioni proprio per offrire ai posteri la possibilità di datare meglio tali ritrovamenti.

I Cristiani, e più genericamente i culti patriarcali, hanno rubato dalle tradizioni pagane, distruggendo ciò che era troppo scomodo e riadattando a proprio uso e consumo ciò che invece era ormai troppo radicato nella cultura comune. Ma ora veniamo al dunque…
Abbiamo detto che esistevano degli Dei Originali PRIMA della creazione della Bibbia e del conseguente monoteismo ebraico e cristiano.
Questi Dei, non appena i monoteisti presero potere, vennero demonizzati e chiamati "Satan" ovvero "avversari", e i popoli pagani furono perseguitati e spesso sterminati. Ogni dio che non era il LORO, veniva definito un falso dio, un nemico, il male e in seguito, come già accennato, le tradizioni pagane vennero rubate e adattate al nuovo culto nascente. 
Esempio numero uno: Il Natale. Credete davvero che il Natale sia una festività cristiana? No Signori, il Natale era una festività pagana, era definita festa di Yule, ovvero il Solstizio d'Inverno, giorno in cui il dio del sole (il Sol Invictus), sarebbe sorto. Questo perché il solstizio d'inverno è il giorno in cui la notte è più lunga che in tutto l'anno, ma dal giorno seguente le giornate cominceranno ad allungarsi fino al successivo solstizio d'estate. Altro esempio? La Pasqua. La pasqua, che in inglese ad esempio si chiama Easter, deriva proprio dalla festa di Ishtar, (notate l'assonanza?) Ishtar, era ed è la Dea della Terra, della fertilità, della guerra e dell'amore ed era molto venerata ed amata ai tempi Originali. Ella è stata poi chiamata in molti altri nomi, era definita la Signora dei Cieli, da cui i cristiani presero spunto per la creazione della Madonna. Ovviamente poi Ishtar fu demonizzata col nome di Astaroth.  La festa di Ishtar corrispondeva all'equinozio di primavera, come anche la pasqua che appunto si festeggia fra marzo e aprile. Questa ricorrenza prendeva il nome di Ostara.

 

 

Ma allora perché non chiamarsi Pagani?
E' un dato di fatto che le dottrine abramitiche hanno rubato e modificato a loro piacimento le antiche tradizioni, ma se dunque i Demoni corrispondono davvero agli Dei Originali, perché farsi chiamare Satanisti e non Pagani? La risposta è semplice.
Uno dei valori del Satanismo è il dinamismo, ovvero la capacità evolversi, l'adattarsi ai cambiamenti e crescere e mutare con essi. Per un Satanista ancorarsi a vecchie tradizioni del passato, che oggi purtroppo non son più le stesse, equivarrebbe a fossilizzarsi. Il Satanista predilige l'azione, non sta fermo a piangere in memoria dei bei tempi andati , non sceglie di chiudere gli occhi davanti alla realtà come se nulla fosse mai successo. Perché qualcosa successo! Il Satanista preferisce lottare in favore di un ritorno delle proprie tradizioni e non si limita a fingere che esse non siano mai state cancellate. Le cose sono cambiate dai tempi antichi, le dottrina oscurantista cristiano giudea è nata e ha massacrato la Verità facendone scempio! Non si può dire di essere pagani facendo semplicemente finta di nulla, cancellando più di 2000 anni di ingiustizie e programmazione! Il Satanista vede il cambiamento con obbiettività, anche quello negativo e lo affronta senza farsi illusioni. Il Satanista non si limita a pregare gli Dei fingendo che le dottrine monoteiste non siano mai nate, non resta indifferente davanti alle corruzioni che esse hanno apportato al paganesimo. Egli accetta con ironia e fierezza la sua nomea di "avversario" e si comporta da tale affinchè la giustizia venga ripristinata! Il Satanista è un combattente, un guerriero spirituale che attraverso la conoscenza e la determinazione cerca d restaurare la Verità. Per farne una metafora, è come dire che i Pagani (o meglio, neo pagani), sono i civili, mentre noi Satanisti siamo il corpo militante che si attiva affinchè le cose tornino al loro ordine naturale. Vorrei specificare che il termine "militante" o "guerrieri", non è da associarsi alla violenza o alla guerra intesa come eliminazione di altri individui…. Noi non stiamo lottando contro i cristiani, noi stiamo lottando contro il Cristianesimo. La nostra non è una guerra fisica, ma una guerra spirituale, le cui armi sono la Conoscenza, la parola, la Spiritualità, la Magia.
Altro importante fattore di distinzione fra un Satanista e un Pagano è l'approccio al mondo spirituale e agli Dei. Se nei culti neo-pagani,wicca e new age, c'è la tendenza a vivere la magia come qualcosa di soft, da imparare nei grimori e realizzare come freddi esecutori, enfatizzando la parte più folkloristica e celebrativa, nel culto Satanico delle Origini i figli di Satana sono invece più inclini all'individualismo e ai percorsi non convenzionali, ogni Viandante percorre il proprio Sentiero Vergine e s'inoltra con indipendenza nel suo abisso interiore, alla ricerca della magia più pura e della conoscenza più inesplorata. Il Pagano inoltre solitamente crede a un singolo culto, mentre il Satanista ha una visione più ampia della storia del Dio delle Origini e pertanto non si fossilizza in un solo culto (pur magari trovandovisi in maggiore sintonia) bensì contempla l'intera panoramica storica e temporale.



Conclusioni: perché restare uniti:

Concludo dicendo che noi Satanisti non ce l'abbiamo con i Pagani, anzi.
Alla fine spesso ci si scontra fra di noi, fra Satanisti e Pagani, ma come ho già detto più volte tutto questo non ha senso. Spesso vedo nei gruppi gente che si mette a litigare sul nome del Dio o altre stupidaggini simili. Finchè noi restiamo a litigare su cose inutili come un nome non saremo mai abbastanza forti e gli avversari ingrasseranno sulle nostre spalle! Occorre prendere coscienza e rendersi conto che noi NON possiamo conoscere il vero nome del Dio! A noi son pervenuti soltanto appellativi! ENKI significa "signore della terra", come EA "colui che viene dall'acqua", come SATANA è in ebraico "avversario" e in sanscrito "Colui che è Verità". MELEK TA'US che significa solo "angelo pavone" o LUCIFERO che significa "portatore di luce"! QUETZALCOATL o KUKULKAN che significa solo "serpente piumato"! Questi sono solo appellativi! Soprannomi, nulla di più!
Insomma non si può dare tanta attenzione a cose che sono così prettamente umane e materiali! E come se una persona vestita di verde, con i capelli biondi e gli occhi gialli fosse stata chiamata nei secoli dai francesi "Colui che veste di verde", oppure dai sumeri "il grande biondo" e dai russi "il dio dagli occhi gialli!"

NON HA SENSO!

Gente questo mondo, questa materi,a è solo un'illusione! Non fossilizzatevi sui nomi, sulle forme, sull'aspetto! Puntate all'essenza!
Io ritengo che le differenze che possono esserci fra di noi non debbano dividerci, occorre restare uniti e lavorare per i nostri ideali comuni.
Pagani, Satanisti, Luciferiani…. Sono solo NOMI. Solo Definizioni.


Le differenze individuali vanno preservate, non son mai stata a favore dell'omologazione culturale... ma al contempo non devono divenire motivo di scontro. In questo mondo tutti temono le differenze! Sia i falsi buonisti che attraverso l'uso studiato della morale cercano di annullarle sventolando la bandiera dell'uguaglianza, e chi invece amando la propria cultura tende a demonizzare o lottare contro quella altrui! Siate voi stessi, amate la vostra unicità individuale e culturale... ma non trasformate l'amore per voi stessi in odio per gli altri, tanto meno non trasformato l'amore per gli altri in odio per voi stessi!


Dovete rendervi conto che la Verità è una e noi che siamo anime consapevoli a quella verità stiamo guardando! L'unica cosa che realmente ci differenzia è il punto di vista, la prospettiva stessa da cui osserviamo questa verità. Il velo di Maya, la Grande Illusione, sta per essere spezzato. Risvegliate le vostre coscienze e non limitatevi più alla forma.


Lo ripeto: Puntate all'essenza.

 


 


JENNIFER CREPUSCOLO

 


 
Copryright2013
Best joomla themes

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information