CLASSIFICAZIONI PRINCIPALI NELLA MAGIA

 

 

 

 


La Magia esiste davvero?

È ovvio che la magia esiste. E vi dirò di più, potenzialmente chiunque sarebbe in grado di utilizzarla. Purtroppo questo però accade solo nella teoria, poichè nella pratica, la chiusura mentale e spirituale di molti individui, non gli consente di poterla utilizzare al meglio.



Cosa è la magia?

La magia non è altro che l'antica arte con cui l'uomo nei millenni, ha saputo plasmare le energie personali, cosmiche e naturali, canalizzandole attraversi determinate formule e rituali, al fine di ottenere risultati specifici. Il mondo è pieno di energie, noi stessi siamo energia, la magia serve semplicemente a raccogliere queste energie e dirigerle nella maniera migliore per raggiungere determinati obbiettivi. Classificare la magia in tipi e colori, come ho già accennato in precedenza, è privo di senso. L'anima ha colore, non la magia. La magia è una sola, il colore le viene assegnato per praticità a seconda dello scopo per cui la vogliamo utilizzare. Come dicevo prima, dire che la magia è bianca se faccio del bene e nera se invece faccio del male è come dire che la tua mano è bianca se mi dai una carezza e nera se invece mi dai uno schiaffo. Tuttavia se comunque voleste acquistare un libro di magia, la classificazione in colori vi sarà utile per trovare in fretta ciò che fa al caso vostro.
Ecco I vari tipi di Magia.



MAGIA BIANCA:

La magia bianca, anche detta protettiva o liberatoria, ha appunto lo scopo di portare benessere e fortuna o di allontanare e proteggersi dalle energie negative. Un esempio di magia bianca è ad esempio la creazione di amuleti e talismani, o le invocazioni di forze positive rigeneranti.

 


MAGIA ROSSA:

La magia rossa, è quella che comprende tutta la sfera dell'amore e dell'eros. Consiste per lo più in rituali per avvicinare persone o per allontanarle, per ravvivare la passione o smorzarla definitivamente. La magia rossa è conosciuta per lo più nel settore pozionistico, dove infatti abbondano i filtri d'amore e i profumi afrodisiaci. Io la trovo sinceramente la magia più bieca in quanto credo che sia davvero ignobile legare colui o colei che si ama la nostro volere. Se davvero si ama, si lascia la persona amata libera di scegliere e non la si riduce a una marionetta inconsapevole.
L'amore libera, non incatena.



MAGIA VERDE:

E' la magia della guarigione, conosciuta e usata soprattutto nelle culture sciamaniche. Consiste nell'uso di erbe, resine ed essenze, miscelate allo scopo di creare tisane ed unguenti utili a far guarire da ogni tipologia di malattia o disturbo. È diciamo l'antenata della medicina.
Somiglia molto all'attuale omeopatia. Per quanto sia affascinante, consiglio comunque di non affidarsi ad essa come sostituta della medicina tradizionale. Se state male rivolgetevi sempre a un medico come prima cosa.



MAGIA SESSUALE:

E' la magia che consiste nell'utilizzare l'energia scaturita dall'orgasmo per ottenere tramite visualizzazione, scopi specifici. Purtroppo però, per quanto sia potente, è spesso strumentalizzata da poveri idioti che si spacciano per grandi maestri e sacerdoti che ne fanno uso, ma che alla fine hanno come unico scopo quello di ingannare giovani donne per portarsele aletto. Diffidate sempre dai sedicenti maestri. Se approfondiste infatti i rituali tantrici, capireste come è ben più complessa l'arte della magia sessuale. Il sacramento tantra per eccellenza, consisteva, infatti, in un procedimento spirituale molto lungo e faticoso, dove il guerriero e la sposa sacra, dimoravano per circa un mese in un bosco, isolati da mondo esterno, meditando e creando fra le loro anime sintonia e complicità. Solo allora aveva luogo l'amplesso sessuale, dove finalmente, attraverso l'orgasmo, ascendeva la Kundalini. Pertanto non date retta a chi, per pura libidine e amor del raggiro, vi propone magia sessuale poiché quest'arte richiede molto più tempo ed energie e non è certo riducibile ad una sveltina in una camera d'albergo fra mantelli e candeline.



MAGIA NERA:

Definita anche la "magia egoistica", è un tipo di magia utilizzato per ottenere benefici a discapito di altri o addirittura a prezzi talmente alti da essere in parte persino a discapito di se stessi. È più spesso utilizzata però per danneggiare gli altri inviandoli energie negative di svariata potenza, capaci dunque di portare semplice sfortuna, piccoli incidenti, fino ad arrivare alla malattia, le separazioni e addirittura la morte. I malocchi più comuni possono essere eseguiti per incendio, inflizione, annodamento o putrefazione. Questi metodi vanno a conciliarsi con le diverse tipologie classiche, basate soprattutto sull'invio di energie a distanza, o attraverso vicinanza, magari ricaricando negativamente un oggetto che starà poi accanto alla vittima inconsapevole oppure, altro metodo largamente diffuso, consiste nella magia imitativa, dove un oggetto, spesso un fantoccio, sostituisce la vittima e le trasmette così ogni danneggiamento recatogli. 
I malocchi possono essere fatti a tempo determinato (nel caso delle fatture che si realizzano in tempi brevi e determinati) o a tempo indeterminato (nel caso dei rituali di distruzione, effettuati più volte e che agiscono più lentamente goccia dopo goccia). La magia nera è detta anche la magia ingannevole. Questo è perché essendo molto pericolosa, è da sempre stata resa molto ermetica, in modo che solo i maghi più saggi l'avrebbero davvero capita, mentre gli stupidi si sarebbero danneggiati da soli. Per quanto riguarda superstizioni come quella della legge del tre, che sostiene che la magia per effetto boomerang torni indietro tre volte peggiore, è in parte una bufala e in parte è vera. Nel senso che non esiste un effetto boomerang, la magia nera non torna indietro per punire chi ha commesso il rito.


Questa leggenda è dovuta al fatto che ogni qualvolta in cui qualcuno opera una fattura verso qualcun altro, si crea fra vittima e mago, una sorta di collegamento, una specie di filo energetico che collega le due anime. Il mago che opera il maleficio invia le energie negative tramite quel filo e se la persona vittima ha un'aura più debole di quella del mago, allora assorbirà le energie negative rendendo la fattura riuscita. Nel caso invece in cui la vittima abbia un'energia più forte (aura), allora l'energia negativa rimbalzerà tornando indietro lungo il filo che collegava vittima e mago e il mago si beccherà il maleficio che aveva inoltrato. Questo spiegherebbe il motivo per cui si consiglia sempre ad ogni mago di fare un rito di pulitura dell'aura dopo ogni lavoro di magia nera. Comunque, per evitare che la vittima possa in qualche modo riuscire a riflettere l'energia negativa inviatale, basta recidere immediatamente il filo di energia che collega mago e vittima, cosicché se anche la vittima fosse abbastanza forte da respingere la fattura, l'energia negativa, non avendo più una rotaia su cui tornare indietro, si spanderebbe nell'ambiente circostante in cui dimora la vittima, depositandosi sulle mura, gli oggetti e spesso purtroppo sui famigliari ed amici che gli stanno intorno. È facile, infatti, che quando si fa il malocchio a una persona, faccia effetto magari non a lui, bensì ai suoi cari, magari più deboli a livello animico. Tuttavia tagliare il filo energetico è possibile solo nei rituali a tempo determinato, per quelli di distruzione che agiscono goccia per goccia, occorre tenere il filo sempre unito, affinché il collegamento fra mago e vittima sia costante e attivo. Per finire questa breve spiegazione della magia nera, ci tengo a fare una rapida distinzione fra malocchio, fattura e maledizione.

 


MALOCCHIO:si intende un invio di energie negative attraverso la visualizzazione.


FATTURA O MALEFICIO:si intende un invio di energie negative attraverso rituali e formule specifiche.


MALEDIZIONE::si intende un invio di energia talmente potente da poter perdurare anche per generazioni. Spesso infatti le maledizioni sono sostenute dai propri spiriti guida.




Conclusione:

La magia è un'arte decisamente utile all'uomo, ma purtroppo dopo secoli, anzi millenni, di indottrinamento, le persone hanno imparato a diffidarne e addirittura a non credere proprio alla sua esistenza. Nelle scuole vengono insegnate una marea di cose, compresa la religione, che alla fine altro non è che un insieme di miti e dogmi uniti nel creare favole utili al controllo di massa. Tuttavia la magia, l'arte ermetica, presente in ogni cultura, in ogni popolo fin dall'inizio dei tempi, non è assolutamente contemplata. A scuola possiamo studiare la storia di Gesù, nato da una vergine, che ha compiuto miracoli e magie, che è morto e risorto… ma non possiamo conoscere il pensiero e la filosofia di centinaia di maghi che hanno costellato la storia dell'uomo! Se nelle scuole non c'è posto per materie non empiriche, per argomenti non scientifici e dimostrabili, come mai accettare l'ora di religione e non quella di magia? Ovviamente anche la scuola, come ogni altra istituzione sociale, è stata ampliamente condizionata dalla Chiesa Cattolica. In merito a ciò vi consiglio di leggere l'articolo "Il fenomeno della Scolastica" di Mandy Lord.  Il mio consiglio è quello di allargare i vostri orizzonti, anche se siete scettici, e di studiare l'antica arte ermetica, al fine di farvene un'opinione personale non condizionata dalla morale cristiana a cui siete volenti o nolenti avvezzi. I molti maghi che ad oggi conosciamo, non erano sprovveduti che riempivano Grimori di formule magiche e pozioni, non stiamo parlando di magia puerile alla Harry Potter, qui stiamo parlando di persone dotte, profonde, che raccontavano il loro pensiero, le loro esperienze, argomentando e strutturando con logica le loro conoscenze. Vi invito quindi, o forse vi sfido, a rivalutare il ruolo della magia nella Storia dell'uomo. E chissà che in questo modo, come me e molti altri, non possiate poi rendervi conto che essa è terribilmente attuale e che potrebbe esservimolto utile, anche nella vostra vita quotidiana.

 

 

 

 

Jennifer Crepuscolo

Anno MMX

 

 

 

 

.

Copyright © Unione Satanisti Italiani 2010 - 2019
X

Right Click

No right click