SILENT HILL E IL SATANICO SUBLIMINALE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Introduzione all'Ermetismo:

 

Che le dottrine monoteiste abbiano da sempre censurato e distrutto ogni riferimento a verità scomode di pagani e maghi, non è un mistero. Tuttavia i veri Viandanti Spirituali hanno imparato a nascondere i loro "messaggi" e a trasmettere certe Verità attraverso mezzi ermetici che solo i meritevoli avrebbero potuto cogliere. Era l'unico modo per far sopravvivere certi Saperi senza che gli Oscurantisti se ne accorgessero. Un mezzo per tramandare la Verità ai posteri. Questa arte si chiama Ermetismo ed è fatta di opere scritte o visive, intrise di simbologie e allegorie non a tutti decifrabili. Nei secoli scrittori, poeti, pittori, hanno celato nell'arte simbologie arcane ove un florido Ermetismo imperava dando veri insegnamenti alle Anime Deste in grado di cogliere certi significati nascosti gli occhi dei Dormienti. Ebbene nei tempi più moderni il mondo si è tecnologicamente evoluto e anche l'arte ha mezzi più moderni per esprimersi. Fu così che l'ermetismo cominciò a fare la sua comparsa anche su film, manga, cartoni animati, videogiochi, siti web e tutti quegli ambiti che oggi quotidianamente abbiamo a portata di mano.

Ebbene credo che Silent Hill sia una saga video ludica che raccoglie in sè uno spiccato Ermetismo. Ho iniziato a giocarci qualche anno fa e posso affermare che i diversi collegamenti Esoterici mi hanno piacevolmente colpita. Ogni dettaglio è curato e più si scende in profondità, più si scoprono realtà sataniche ed occulte che richiamano a grandi verità spirituali e richiami silenziosi al Culto delle origini. ed è pertanto che ho deciso di riportare anche qui il vecchio articolo sul Culto di Silent Hill presente sul mio blog da molto tempo.

Per molti Dormienti Silent Hill è l'ennesimo survival horror fatto di mostriciattoli e atmosfere inquietanti. Ma per i Desti Silent Hill, se osservato con attenzione, può rivelarsi una piccola porta verso un'opera ermetica moderna incredibilmente suggestiva e completa. Si potrebbe quasi pensare che l'artista che ideò questa grande storia, attraverso il Culto e le dinamiche spirituali della nebbiosa, abbia davvero detto tutto. Basterebbe solo imparare a Vedere.

 

Premessa alla Revisione dell’articolo: (del 23 febbraio 2013)

 

 

Ho deciso di scrivere una mia teoria su tale culto poiché sono ormai fermamente convinta che dietro una semplice Storia vi si celino determinati messaggi subliminali che non possono certo essere ignorati da coloro, che come me, non si arrendono alle mere apparenze e che gradiscono condurre i propri sguardi, oltre l’oscura coltre delle apparenze. La cosa che a volte può apparire strana è che per trovare un po’ di luce, si debba scendere nell’oscurità, nel buio, nel silenzio, dove nessuno parla, ma tutto esiste. “Esiste” veramente e non solo come Illusione. Forse queste mie parole potrebbero apparire un po’ ermetiche per chi ancora non si è fatto certe domande, ma infondo, se ci pensate, è proprio questo il vero scopo della Forma (illusione): Far sbocciare nella mente dell’uomo le domande! E quale è lo scopo dell’Essenza, oscura e silenziosa? Far sbocciare nell’anima dell’uomo le risposte!

Pertanto Forma ed Essenza sono complementari, il mondo “reale” è una scuola in cui capire e imparare, una scuola che ci insegnerà a vivere nel mondo spirituale, quello vero, o che almeno io reputo tale. Il problema è che molte persone si lasciano distrarre dal mondo “reale”, quello fisico, al punto tale da dimenticarsi che esiste quello vero, quello spirituale. E così la scuola perde di significato. Insomma, siamo tutti dei ripetenti impuniti!

Chiusa questa parentesi un po’ enigmatica sulla Forma e l’Essenza (chi deve capire capirà), procedo a parlarvi del Culto di Silent Hill, qualcosa che ha davvero molti punti di contatto con l’Esoterismo e il Satanismo. Quella che state leggendo è una revisione dell’articolo originale, (che comunque troverete lo stesso infondo a quest’ultimo, in modo tale da poter confrontare ciò che dico, con ciò che ho detto). E’ passato più di un anno da quando scrissi questo articolo su Silent Hill e quando oggi l’ho riletto per puro caso, mi sono accorta di quanto fossi stata superficiale e infantile. Insomma, non che io abbia scritto assurdità, beninteso. Tutto ciò che propongo è ben argomentato, giustificato e persino interessante per chi gradisce nuovi spunti di riflessione. Tuttavia l’ho trovato infantile poiché, scrivendo tutta sta marea di associazione a Dei, angeli e demoni, ho dimostrato di non aver capito un benemerito cavolo del vero Messaggio di Silent Hill.

Mi son sentita un po’ come la papera nella bottiglia. C’è un antico aneddoto orientale che racconta di un Maestro in procinto di dare un nuovo enigma ai suoi discepoli. Egli li invita a riflettere su come una papera incastrata dentro una bottiglia, possa uscire senza rompere la bottiglia stessa. I suoi zelanti discepoli restarono tutto il giorno e tutta la notte a chiedersi come avrebbe potuto la povera papera uscire da quella dannata bottiglia e quando il Maestro tornò, tutti cercarono di fornirgli soluzioni attendibili, alcune quasi logiche, ma alla fine, del tutto inutili. Il Maestro allora esplose in una fragorosa risata e disse “cari miei allievi, ma non lo avete ancora capito? Siete voi la papera nella bottiglia!”

Tutti restarono un po’ sorpresi, ma il Maestro aveva tutte le ragioni del mondo per asserire ciò. Insomma, una cacchio di papera non potrebbe mai entrare in una bottiglia, quindi perché interrogarsi sul come ne può uscire? Il vero problema è che tutti gli allievi hanno dato per scontata quella domanda, hanno dato per buona quella situazione così per come gli era stata presentata e non si son posti dubbi su ciò che aveva originato ciò. Si erano limitati alle apparenze, senza scendere in profondità. E di conseguenza sono diventati loro stessi la papera dentro la bottiglia. Questo è l’essere umano! Una papera che cerca di uscire da una bottiglia! Ma la bottiglia non c’è! Non esiste la bottiglia, non esiste il problema, non esiste la domanda!

Esiste solo la mente che gira in tondo, distratta dalle apparenze e dalle false domande. E l’unico modo per porre rimedio a tutto ciò è: puntare all’Essenza. Capire le cose senza dover sempre cercare di darvi una forma. Cogliere i Significati aldilà dei Significanti! Quindi capirete bene che rileggendo questo articolo mi sono sentita un po’ una papera nella bottiglia. Ero tutta impegnata a cercare correlazioni fra Dei pagani, angeli e demoni, che ho dimenticato il vero Significato di tutto. La cosa principale, la vera “morale” della favola di Silent Hill.

Anzi, cerchiamo di essere sinceri fino infondo. Non è affatto un caso se oggi sono capitata sul mio vecchio articolo. Stavo facendo due ricerche sul significato di Alizer, parola che compare in caratteri runici sul sigillo Halo of the Sun. Avevo notato che non è altro che un anagramma della parola “Raziel”, un angelo che teneva con sé tutti i segreti di Dio, in un libro. Allora pensai, “accidenti, ma allora è come Metatron, anche a lui è attribuita la stessa mansione e ciò lo si deduce dal libro di Enoch!” e allora pensai ancora, “si, ma questa però è anche la carica che aspetta a Raphael, un altro arcangelo.” E poi pensai ancora più sconsolata, “si, ma questa è anche la carica attribuita a Thot, il grande Dio egizio!”

Chi cavolo è allora Alizer, braccio destro del Dio? Allora pensai, “ma Xuchilbara, ovvero Alizer, chi rappresenta? Metatron, Raziel o Raphael?” E poi vengo di nuovo sull’articolo e leggo che lo associavo anche ad Appolyion, Abbadon, Azazel e avrei ragione di associarlo anche ad Alastor, dato che è colui che mette in pratica i decreti imposti dalla corte infernale di Satana e quindi comportandosi da esecutore come Xuchilbara stesso! Così, presa dal panico, iniziai a guardare sconsolata tutto l’articolo, chiedendomi come avrei potuto revisionarlo, se avrei dovuto togliere associazioni o semplicemente aggiungerne di nuove, se quelle che avevo messo erano attendibili o se lo fossero quelle nuove. Poi alla fine vidi una frase che io stessa misi all’interno dell’articolo, una frase che si trova anche nella Storia di Silent Hill, in un libro del Culto. E la frase è questa:

 

 

 

"Circa le religioni sincretiche

Locazione: nell'archivio della Cappella.

Nessuna religione è mai rimasta immutata dal momento della sua creazione. E questa non fa eccezione.

Quando di questa religione si appropriarono gli immigrati, essa veniva profondamente influenzata dalle loro credenze cristiane.

Ad esempio, i nomi e le descrizioni dei rappresentanti tradizionali di queste divinità primarie potrebbero essere quelle di angeli cristiani.

(esiste anche un raro esempio di capo-divinità, "creatore del paradiso" o "signore dei serpenti e delle saette" con lo stesso nome di un demone. Ovviamente questo non è dovuto ai credenti, ma ai loro avversari)."

 

 

E allora compresi. Compresi che ero un’idiota, una papera nella bottiglia come tutti gli altri!

Io apprezzai fin da subito questa frase (che nel libro del Culto era allegata ad un’immagine del Baphomet) perché dimostrava quello per cui son stata bannata da diversi forum web sul tema, ovvero il mio ricollegare il Culto al Satanismo. Sono chiari i messaggi che troviamo in Silent Hill che fanno pensare al Satanismo e alla figura di Satana, ma ahimè in certi contesti web son stata letteralmente massacrata per questo e tuttora, nonostante siano passati anni, sono ancora inserita nella loro lista nera di bannati irrecuperabili. Ciò nonostante, troppo presa dall’egocentrica soddisfazione di aver avuto ragione, non feci caso al messaggio più importante e significativo: Quando di questa religione si appropriarono gli immigrati, essa veniva profondamente influenzata dalle loro credenze cristiane. Ad esempio, i nomi e le descrizioni dei rappresentanti tradizionali di queste divinità primarie potrebbero essere quelle di angeli cristiani.

Ora capite? Il messaggio era chiaro davanti ai miei occhi! Ovvero che persino il Culto di Silent Hill era stato alterato e che quindi le vere Divinità Originarie, avevano subite le influenze degli immigrati europei, prendendo dunque connotati cristiani e monoteistici, insignificanti!

Io non ho idea di chi sia il creatore di Silent Hill, ma non ho dubbi sul proclamarlo Genio Ermetico Indiscusso! Se uno iniziasse davvero ad osservare ogni dettaglio di questa Storia e del Culto in particolare, si renderebbe conto che è stato davvero detto tutto. O almeno tutto quello che occorreva sapere. E la prima cosa, che avrei dovuto notare, è proprio che i Nomi non hanno importanza. Che per capire Silent Hill occorreva ripulire l’Essenza dalla Forma.

Sono stata giornate intere a curiosare sulle varie similitudini fra Satana e il Dio di Silent Hill senza magari andare a notare cose ben più importanti. Come ad esempio le braccia del Baphomet. Non è uguale a quello tradizionale. Il Baphomet classico ha un braccio alzato e uno in basso. Ciò sta ad indicare la nota formula ermetica “come in alto così in basso”. Ovvero, come nella dimensione spirituale, così nella dimensione terrena. Il Baphomet di Silent Hill, invece, ha un braccio verso il cuore e uno in basso. Traduzione possibile? “Come dentro così in basso”. Ossia, come sei dentro, così sarà fuori, nel mondo fisico. E non è forse questo ciò che fa Silent Hill? In Silent Hill non si materializza all’esterno sotto forma di mostri allegorici e ambienti inconsciamente famigliari proprio ciò che abbiamo celato nell’Anima?

Si, questo è lo scopo di Silent Hill e il Baphomet raffigurato nel Culto ne era il chiaro messaggio. Se avessi colto da subito questo, anziché fossilizzarmi sui “nomi” avrei capito che era sempre Satana, il mio Dio, ma in maniera più autentica e meno fuorviante. La Forme è utile, ma spesso distrae! Ed io mi ero distratta perché per quanto tento di deprogrammarmi dalla cultura giudeo cristiana, ci sono nata e pertanto ne sono indirettamente influenzata!

Insomma, la sostanza non cambia, l’intuizione che il Dio di Silent Hill sia il mio Satana, non è un errore. L’errore sta nel volerci arrivare attraverso nomi e passi biblici e altre menzogne travestite da Verità che da millenni ci perseguitano! Bastava osservare, guardare le sue braccia, ad esempio, per capire il vero Messaggio. E infatti attraverso i Messaggi che possiamo percepire il nostro Dio.

Ad esempio, non serve a nulla cercare analogie fra Satana e gli Dei pagani basandoci sui nomi o sulle descrizioni fisiche. Per trovare le giuste analogie dobbiamo osservare i Messaggi che tale Dio ci ha lasciato. Osservarne i fatti, il pensiero, l’emozione, l’energia. E non stupidi nomi. Le entità hanno avuto migliaia di nomi e ad ogni nome nuovo abbiamo creato una nuova identità. Se tipo vi fossero stati, che so, solo tre Dei, nel giro di qualche secolo questi Dei, stando a tradizioni popolari, nomi e differenti versioni, sono diventati 10! E solo perché gli hanno dato nomi diversi, pensate un po’. La vera bellezza del Culto di Silent Hill, ciò che attrae inconsciamente e al contempo confonde è proprio quest’assenza d’influenze esterne! Insomma loro parlano di Satana ma lo chiamano Dio! E tu vedi chiari messaggi Satanici, riferimenti inequivocabili e tuttavia resti confuso poiché Loro non dicono “diavolo” , loro dicono Dio. Non esiste la dualità che si è creata nel mondo reale, quella in cui noi Satanisti dobbiamo convivere con la cultura cristiana che ha rubato ciò che era nostro per alterarlo e farne il suo nuovo credo, nel Culto di Silent Hill la cristianità non è nemmeno contemplata, seppur nella Storia si narri di alcuni santi del culto che furono uccisi barbaramente dai cristiani proprio a causa delle loro credenze.

Questo è secondo me uno dei messaggi più significativi del Culto di Silent Hill, ovvero il ritorno alle Origini, Origini pure ed estirpate dalla falsa morale cristiana o delle influenze patriarcali che tanto hanno alterato la Storia dell’Uomo e degli Dei. Silent Hill è un invito a ritrovare ciò che abbiamo perduto, a portare fuori ciò che abbiamo dentro.

Quindi sì, il Culto di Silent Hill è profondamente Satanista, ma questa definizione, per loro, non avrebbe davvero nessun senso. Per loro Satana è Dio, non ci sono storie, l’influenza cristiano giudea non gli ha intaccati. Restano nel passato incontaminato fatto di Origini pure. Tuttavia, per noi altri che non stiamo a Silent Hill, ma nella cristianissima Italia, le influenze abramitiche hanno intaccato e come e pertanto, seppur con fatica e una certa malinconia, ci tocca lottare e per farlo non esiste nome più nobile che Satanisti.

Tutto questo con la consapevolezza massima che le etichette non hanno mai avuto importanza e mai ne avranno, con la certezza assoluta che il nostro Dio è Dio aldilà di quello che i Dittatori Religiosi Materialisti vogliono farci credere, demonizzando ciò che più gli fu scomodo.

Tutto questo nella speranza più sincera, che un giorno anche noi, nel nostro piccolo, potremmo godere del Paradiso tanto agognato dai Silenthiliani, una fetta di paradiso fatta di Luce, ma raggiungibile solo attraverso la Conquista nell’Oscurità, una Conquista fatta semplicemente del ritrovamento di noi stessi. Un Paradiso dove ciò che noi chiamiamo Satana, questo Dio antico e bellissimo, è solo e semplicemente Dio. Dove questo Dio, semplicemente è.

 

Ed ora, chiusa questa breve premessa di revisione), vi ripropongo qui sotto il vecchio articolo sul Culto di Silent Hill, revisionato.

 

Buona lettura.

 

 

ANALISI DEL CULTO DI SILENT HILL

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Origini del Culto:

 

Il culto nasce con i nativi americani. Un gruppo di indiani, infatti, aveva evocato una divinità antica, Xuchilbara, che io presumo essere proprio uno dei Signori di Xibalba, Inferno Maya, dato che la zona è circa quella.

In seguito, quando i primi coloni giunsero Negli attuali Stati Uniti (quindi si parla della zona del Maine, Massachussets, New England), i primi abitanti di quelle zone cominciarono ad avvertire l’energia del luogo, in particolare coloro che si stabilirono intorno al Lago Toluca. Diverse cittadine , infatti, subiscono le influenze paranormali e non solo Silent Hill, seppur in essa, vi sia un picco più elevato di fenomeni.

Quindi le ipotesi sono due. Credo che tutto ciò possa essere determinato dal lago stesso, magari creatosi in maniera particolare, come per la caduta di un meteorite. O che magari fosse stato in tempi remoti, una delle entrate di Xibalba, Inframondo Maya. Numerose Precolombiane, infatti, asseriscono che per raggiungere Xibalba si debba nuotare nelle acque di un lago sotterraneo, seguendo numerosi cunicoli e grotte. L’ipotesi che sia il Lago Toluca a determinare i fenomeni è valida, anche perché si racconta che alcuni battelli siano spariti nel nulla e questo ricorda molto il Triangolo delle Bermuda, ad esempio. Altra ipotesi è che I continui rituali e le evocazioni di questo Dio da parte dei nativi, abbia creato una grande energia in quella zona, un’energia che ha allargato un po’ le maglie fra una dimensione e l’altra, rendendo il passaggio fra il mondo fisico e quello spirituale, più facile. Inoltre non bisogna dimenticare che il Dio evocato è Xuchilbara, il quale ha un ruolo fondamentale in tutta la storia di Silent Hill, seppur non tutti lo notino. Ma di Xuchilbara ne parliamo dopo, andiamo avanti con il Culto.

Le persone che fondarono Silent Hill inevitabilmente, come abbiamo detto, colsero la particolarità della cittadina, che pur apparendo come una normalissima città turistica sulle sponde di un bel lago, aveva un lato più oscuro percepibile dagli spiriti più sensibili. Fu così che nacque L’Ordine una setta pagana che a sua volta si distinse in tre piccole filiali, La Setta della Santa Madre, (legata al Dio del culto, ovvero il nostro Satana, la Grande Madre Lilith, come preferite, non cambia il succo), la Setta delle Sante Donne (che presumo sia adoratrice di Losbel Vith, l’entità forme più enigmatica della storia del Culto) e la Setta di Valtiel, (legata a Valtiel, ovvero Xuchilbara, il dio evocato dai nativi, braccio destro del Dio, Esecutore di Giudizio, Creatore della realtà Alternativa di Silent Hill).

Lo scopo principale di queste tre sette che collaborano fra loro, è quella di riportare nel mondo il Dio, che alle Origine scese sulla Terra per aiutare l’essere umano e poi morì, promettendo il suo ritorno. Storia in cui rivediamo ovviamente il nostro Dio delle Origini Satana e da cui poi ogni altro culto pagano e monoteista, ha tratto spunto per il proprio credo.

La prima storia è l’originale… tutte le altre sono copie, è sempre così. Per attuare i loro scopi, però, questo Ordine non ha certo usato metodi morbidi. I rituali che prendevano in considerazione consistevano sempre nell’omicidio, nel sacrificio, nel bruciare al rogo bambine innocenti e altre carinerie simili, insomma. Credo che tutto questo, se anche avesse un senso, è certamente la strada più facile che uno possa prendere. Facile e veloce. Ma come si suol dire, “presto e bene, di rado avviene”. Infatti fallirono miseramente. Questo però è interessante poiché dimostra quanto l’essere umano sia idiota e ignorante, anche quando avrebbe l’opportunità di apprendere da un Dio meraviglioso e onesto.

Comunque, non voglio dilungarmi nella storia madre di Silent Hill, in cui una bambina speciale, (concepita in maniera speciale), viene data alle fiamme per dare alla luce il Dio. Questa storia la conoscono tutti coloro che seguono le vicende di Silent Hill e non son qui a riscaldare la minestra raccontando storie trite e ritrite. Su questo punto mi basta dire che io avrei optato per qualcosa di ben differente, magari insegnando a quella bambina ad amare ciò che era e ciò che portava in grembo, facendole vedere quanto dolore e ingiustizia c’erano nel mondo e facendole scoprire piano piano che tutto quell’abominio poteva essere estirpato anche grazie al suo contributo. Perché sono pienamente convinta che solo attraverso la Volontà e l’Amore, si possa creare qualcosa. Attraverso la Paura, invece, puoi solo distruggere. O…. farti distruggere. Chiamasi Giustizia.

Non voglio essere ipocrita. Io stessa dico sempre che anche nel Satanismo stesso, al fine di raggiungere la Luce, si deve attraversare l’Oscurità. Questo significa che spesso la paura, il dolore e la rabbia, possono dimostrarsi sfide utile alla nostra Consapevolezza. Ma son cose che devono accadere perché il Destino determina ciò. Sono cose che nessun essere umano può imporre ad un altro. Ma d’altra parte è ben noto che il limite fra amore per un Dio e fanatismo, è ben labile. Comunque i fatti parlano e seppur virtualmente, i fatti mi danno ragione. Hanno fallito no?

In ogni caso, tornando al culto, ci tengo ad aggiungere ancora qualche dettaglio. Questo Ordine si occupava di ogni settore importante della città, dalla sanità, all’istruzione, agli orfanotrofi, un po’ tutto. Questo fa capire che lentamente, da nobili seguaci della via della mano sinistra, divennero i classici ricconi deviati che pensano solo ai soldi e al potere. Pertanto cominciarono a vendere una droga allucinogena in grado di portare le persone in astrale, nella Silent Hill Alternativa.

Un’altra cosa importante da aggiungere è che Silent Hill, in tempi antecedenti al Culto, era stata per tanti anni una Colonia Detentiva, durante la Guerra Civile. Questo significa che, secondo il principio esoterico dell’Animismo, (teoria filosofica che dice in pratica che ogni cosa, casa o città assorbe l'anima di chi la vive in forma di energia positiva o negativa),essa ha assorbito un’anima personale punitiva che porta i suoi visitatori a fare i conti con il proprio lato oscuro, represso e ignorato,

Ma ora lasciamo perdere tutti questi laconici preamboli sull’Ordine, tanto alla fine l’uomo è capace di distorcere sempre ogni significato puro, rovinandolo con le proprie azioni stupide e avventate. Son pochi i personaggi del Culto che ho stimato. Ma ci sono comunque.

 

 

 

 

I santi di Silent Hill

 

 

I santi principali della Nebbiosa sono due, Santa Jennifer e San Nicholas. Essi sono i fondatori del Culto, Nicholas era un dottore, devoto in particolare al Dio Giallo, Jennifer invece era confidente del Dio e fu santificata poichè lottò contro i cristiani che volevano imporle il loro credo e per questo fu uccisa e buttata nel lago Toluca. Cito questa piccola curiosità per sottolineare che il Culto era decisamente contrastato dal Cristianesimo. Come il Satanismo del resto, no?

Passiamo ora a parlare delle Divinità.

 

 

Il Dio Rosso Xuchilbara: Valtiel

 

 

 

 

 

 

 

 

Valtiel (letteralmente “servo di Dio”), sarebbe il nome che il culto ha dato al dio originale Xuchilbara, ovvero il Dio Rosso. Tutto dipende dal Dio Rosso perchè è lui che è stato evocato dai nativi americani prima ancora che Silent Hill fosse costruita.

Inoltre si noti anche come il nome stesso Xuchilbara rammenti il nome Xibalba, ovvero l'inframondo Maya, ove il signori di Xibalba facevano quello che alla fine fa il Dio Rosso, ovvero giudicare le persone, salvandole o distruggendole.

A dimostrazione che Valtiel è Xuchilbara e che Xuchilbara sia anche quello che soprannominiamo Piramyd Head è il fatto che nella stessa chiesa in Silent Hill nel quadro della Creazione troviamo proprio a fianco del Dio (la Grande Madre), sulla sinistra, Xuchilbara rappresentato con una piramide in testa:

 

 

 

Inoltre quando Jimmy Stone fonda la Setta di Valtiel, gli adepti erano soliti imitare il loro Dio, auto proclamandosi esecutori e il capo setta Stone, usava appunto un copricapo a forma piramidale in onore del Dio. Aggiungo che forse questi signori, dimenticavano che per poter giudicare, si deve prima essere giudicati. Ma che la gente è idiota e superficiale già lo sapevano, no?

Oltre però ad avere il ruolo di Punitore, o meglio, di Esecutore del Giudizio (il Giudizio stesso è espresso dalla Dea stessa del Culto, che in maniera asessuata e indefinita chiamiamo semplicemente Dio), Valtiel (che io preferisco chiamare Xuchilbara), è anche il creatore della Silent Hill Alternativa, ovvero dell’Otherworld. Questo ce lo suggerisce innanzitutto il suo frequente girare una manopola rossa proprio durante le fasi di cambio dimensionale, ma anche dal sigillo di Metatron che ha tatuato su un braccio.

Allora, intanto chi è Metatron?

Metatron era un dio, (va beh voi chiamatelo pure angelo , demone, questi son concetti cristiani ben lontani dalla visione originale dei culti pagani), che aveva un potere particolare. Quando il mondo è stato creato si dice che gli Dei pensassero, ideassero le cose e Metatron le plasmava e dandogli forma. Per farlo utilizzava un particolare strumento, detto Cubo di Metatron.

Probabilmente in Silent hill il Sigillo di Metaron rappresenta questo cubo (anche se effettivamente, seppur abbia forma piramidale, anche il Flauros ha una vaga somiglianza). Quindi il sigillo di Metatron serve a creare le cose, a creare la Forma della Dimensione stessa e non a controllare il mondo "demoniaco"... con quello trasformi la realtà come vuoi. Quindi sì, in un certo senso lo controlli anche, poiché il Sigillo segue la tua volontà. È come una bacchietta magica con cui disegnare la realtà circostante.

Siccome Xuchilbara (Valtiel) ha il compito di "angelo del giudizio", egli guarda dentro la tua anima, vede chi sei e, proprio come facevano i signori di Xibalba, ti giudica creando una realtà su misura per te, mettendoti davanti proprio ai tuoi incubi inconsci. è quasi un'artista!

Quindi anche il concetto stesso di “punizione” è sbagliato. Di fatto il Dio Rosso non ti fa nulla, tutto quello che ti accade a Silent Hill te lo sei fatto da solo, negando la tua natura e assecondando i tuoi Vuoti per tutta la vita. Il Dio Rosso finge solo da specchio e fa in modo che Silent Hill ti rifletta addosso tutto ciò che sei. Sembra una maledizione, ma in realtà è una Chance. Una Chance per migliorarsi e raggiungere uno stadio di consapevolezza più sottile.

Il fatto che comunque il sigillo lo abbia tatuato indica che lui non ha bisogno di possedere il Sigillo di Metatron... lui ha già quel dono. Lo sa fare aldilà del detenere o meno quell'oggetto.

 

 

 

 

 

 

Sul Dio: La Figura della Madre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Io credo che il Dio sia la Inanna, la Grande Madre che nei culti pagani ha avuto sempre diversi nomi. E Credo che per capire fino infondo la sua Essenza si debba risalire all’Essenza stessa di Samael. Egli (o probabilmente Ella), era nato/a come essere umano, pur essendo un Dio. In poche parole, non è facile spiegarlo poiché non si palesa tutto ciò ancora chiaro nella mia mente, il Dio, ha fecondato una donna (l’incubatrice) e poi si è reincarnato nel suo stesso figlio/a. Capito? Il padre è anche il figlio. Oppure la Madre è anche la figlia. Sul sesso faccio fatica a capire. Ma non credo abbia importanza.

È strano, ma questa Storia di Silent Hill mi riporta sempre la mente alla leggenda di Cerere e Kore. Per farvela molto breve, la piccola Kore, figlia di Cerere, viene rapita dal Dio dell’Ade, un Dio malvagio e insensibile alle sciagure umane. La madre Cerere cerca sua figlia ovunque, fino all’Inferno, dove alla fine implora il Dio Oscure di ridarle la Figlia. La piccola Kore però, aveva mangiato dal giardino proibito una melograna, accettandone il dono e pertanto era costretta a restare nell’Ade. Così Cerere disperata si cava gli occhi e li offre al Dio oscuro, che era cieco e lui di colpo vede ogni cosa, vede il dolore di Cerere e il dolore degli esseri umani. A quel punto Cerere e Kore, che si son ritrovate, si riuniscono e diventano un’unica entità, ovvero Ecate, la dea Oscura, sposa del Dio Oscuro. Insieme governeranno su entrambi i mondi, in quello della vita e della fertilità e in quello della morte e dell’oscurità.

Beh, non so bene perché, ma questa storiella ha qualcosa che mi fa pensare al mio Dio e di conseguenza anche a Silent Hill, (che si ispira al Satanismo, al Culto delle Origini). Se comunque il Dio si reincarna nel suo stesso figlio/a, dio e incarnazione umana sono alla fine la stessa cosa in un certo senso. E quindi ciò significa che un essere umano sarà dotato di un potere divino in grado di portare l’Otherworld di Silent Hill nel mondo fisico, dando inizio al Giudizio Universale, dove tutto ciò che è empio e Vuoto verrà distrutto e dove i “salvati” potranno ricreare un Paradiso nuovo. Una nuova età dell’oro. Beh…. Magari. Anche se la fase della distruzione e del Giudizio universale non è che mi esalti così tanto. Ovvio. Chi può essere così presuntuoso da credersi sicuramente degno della salvezza?

va beh, questi comunque son discorsi troppo cristianizzanti per i miei gusti… la salvezza, tanto, te la puoi conquistare solo da te. Nessun Dio della regala. Al massimo un Dio può offrirti i mezzi, ma alla fine la tua battaglia con te stesso devi vincerla tu, con le tue forze e la tua Volontà. Nobiltà d’animo.

In ogni caso il dio di Silent Hill è rappresentato dalla Dea della Giustizia e della Fertilità, la Madre che teneva nelle sue mani la bilancia del Giudizio e la Spada di fuoco, ma anche la spiga di grano e la brocca di acqua.

 

 

 

 

Forti legami col culto Egizio:

 

 

In Silent Hill, essendo una sorta di incarnazione satanica del Culto delle Origini, vi è un forte sincretismo, esattamente come nel vero Satanismo che noi stessi professiamo. Pertanto è facile trovare riferimenti ermetici ed esoterici che riguardano molti differenti culti pagani, da quelli norreni, a quelli precolombiani, orientali, classici, ecc… di particolare rilevanza sono quelli inerenti al culto Egizio.

Il Dio è la sia la Madre, la Iside (quando trova la sua forma nell’Incubus, nella madre incarnata), ma è nella sua Essenza spirituale primitiva, la Maat, la Giustizia Divina. Nella cappella troviamo fra i vari quadri della genesi quello sulla Nascita e sotto la didascalia dice: "Un uomo offrì al sole un serpente e pregò per la salvezza. Una donna offrì al sole una saetta e chiese in cambio la gioia. Provando pietà per la tristezza che avvolgeva il mondo, Dio nacque da quelle due persone."

 

Offrì al Sole... il Dio del sole. Gli hanno dato tanti nomi, ma il più celebre forse è Ra. Curioso rammentare che per i culti mesopotamici, il Dio solare era Samas (letto Samash), che ricorda molto Samael.

Beh se conoscete un po' il pantheon egizio e il relativo culto dei morti saprete che ogni persona defunta veniva convocata nell'Ade e il dio Anubi pesava la sua anima in una bilancia. Ebbene il contrappeso nella bilancia era la piuma di Maat. Maat era la dea della Giustizia e della Verità, in poche parole era il metro di misura con cui venivano valutate le anime. E a Silent Hill, come abbiamo già detto, vi sono forti riferimenti al Giudizio, alla Psicostasia. Tutto può far presagire dunque che Maat possa essere il corrispettivo del Dio? Forse sì, non solo per il ruolo che ricopre nel culto dei morti in cui potremmo vedere lei come il Dio e Anubi come l'esecutore (ovvero Xuchilbara), ma anche per via di un testo molto interessante del Liber Legis , ovvero il capitolo 4 del liber AHBH:

 

Capitolo Liber Maat

 

Se avete trovato il tempo di leggere la pagina commentata che vi ho appena inviato potrete trovare interessanti alcuni punti, come ad esempio il punto 8 della parte I, in cui dice:

 

 

 

CITAZIONE

"Babalon, la Regina delle Genti si è risvegliata e ora attende che il suo corpo venga pervaso dai baci lussuriosi.

 

La dea Maat sostiene che la Donna Scarlatta (Babalon, la Regina delle Genti) è divenuta (risvegliata) la Maat incarnata e che ora attende che il suo corpo venga pervaso dall’Estasi eterna ...)

 

Babalon, che chi conosce un po' di esoterismo sa bene essere un nome dato alla donna scarlatta (Lilith), viene qui indicata come la Maat incarnata. quindi ciò tornerebbe con la mia antecedente ipotesi che vede la Grande Madre del culto come Lilith. Maat e Lilith corrispondono. Maat la Madre, ovvero il Dio dell’Essenza, il Samael spirituale e Lilith la ribedo, la Dea incarnata, la figlia e madre allo stesso tempo. Fate attenzione, qui in poche parole abbiamo Un Dio Essenziale, lo stesso Dio incarnato e una madre terrena che lo concepisce (incubus, incubatrice).

Una volta poi sognai una dea vestita di rosso che veniva seviziata da uomini e riempita di umiliazioni e ingiustizie... non sto a continuare il sogno che è molto particolare e lo costudisco con gelosia, avendolo avuto proprio dopo aver utilizzato il sigillo onirico di Marax (Maat), ma è probabile che Lilith stessa abbia fatto il cammino di cui Maat parla nel Liber ABHB, attraverso il buio e il tormento si è mondata dalla sozzura che le ingiustizie dell'Uomo le aveva procurato, diventando ella pura e capace ora di giudicare gli altri... (non ricorda il cammino che si fa a Silent Hill? Attraverso l'incubo buio e infernale ci si purifica, veniamo giudicati e completati e possiamo cosi raggiungere il nostro paradiso? la nostra salvezza? infondo lo stesso Valtiel è pieno di bruciature e cicatrici che fanno pensare che egli stesso prima di diventare il Giudice è stato purificato a sua volta. “Guidare gli altri in Paradiso con mani insanguinate” è forse una metafora per esprimere questo concetto. Conoscere il buio per trovare la Luce. Potrei fare anche riferimenti sulla figura di Sullivan, ma credo che l’argomento sia vasto e che meriti un articolo tutto suo). Insomma, non posso certo citarvi ogni passo di questo capitolo del Liber ABHB, anche se in effetti in ogni pezzo si capisce qualcosa che richiama al culto silenthiliano.

La Dea Maat parla rivolgendosi alla figlia che viene chiamata la Maat incarnata. Come dicevo prima la Grande Madre e il Dio (la dea) sono la stessa cosa praticamente. Qua ad esempio nel punto 4, parte III dice esplicitamente:

 

 

 

CITAZIONE

"Io sono la Figlia. Io sono l’ultima, dopo di me non ci saranno più altri Dei.

 

La dea Maat sostiene che lei è la Figlia, poiché esistono due aspetti della dea Maat: la Maat Madre e la Maat Figlia..."

 

cominciate a vedere?

 

 

 

e poi parte III punto 10:

 

 

 

CITAZIONE

"La Figlia si è rivelata nei secoli e la sua mano impugna la Spada di Fuoco.

 

La dea Maat dichiara che la Maat incarnata si è rivelata nei secoli e che la sua mano impugna la Spada della Giustizia (Spada di Fuoco)."

 

 

Non dicevamo forse il culto che la Grande Madre santa condurrà le genti al paradiso con mani insanguinate?

 

Insomma inutile che vi riporti ogni cosa, leggetelo e capirete meglio. Anche le parti in cui si parla del culto stellare e del Diamante, ovvero un Mondo oltre il Tempo, raggiungibile attraverso la purificazione e la conoscenza... il regno di Maat.

 

Un'ultima cosa che voglio citare di questo testo (ma veramente v’invito a leggerlo tutto per capirne bene ogni parte), è questa, che riporta al concetto iniziale che ho prima espresso su Valtiel e il sigillo di Metatron (parte V punto 1) :

 

 

 

CITAZIONE

"Il Mistero è celato nell’impenetrabile Sigillo dell’Inizio. Non scoprite il significato, poiché tale Mistero è alla base della vostra creazione.

 

La dea Maat afferma che il Mistero è celato nell’impenetrabile Sigillo dell’Inizio. Quindi la Dea ci esorta a non scoprire il significato di ciò che ha appena detto, perché tale Mistero è alla base della nostra creazione."

 

 

Sembra o non sembra che si riferisca al Cubo di Metatron che tutto creò all'inizio?

Ora vi esorto nuovamente a leggervelo e interpretarlo.

È interessante perché questi riferimenti sono fortemente inerenti sia al Culto di Silent Hill, sia a quello Satanico. Il satanismo spirituale altro non è che la Verità e la Giustizia che vogliono riemergere. E' un nome dato ai soldati di questi antichi Dei pagani che voi potete chiamare Satana, Lilith, o Ra, Enki, Maat, come volete... ma son sempre quegli Dei che con l'avvento del cristianesimo son stati demonizzati.

A tal proposito daremo un accenno anche alla figura del Dio (Samael), rappresentato nel culto come Baphomet.

 

 

 

 

 

Il Baphomet Samaelitico di Silent Hill

 

A conferma che il Dio di Silent Hill corrisponda al nostro amato Satana, alla Sophia dei templari, vi è un’immagine molto eloquente che raffigura il Dio in posa Baphomettiana, con rispettive caratteristiche, ad eccezione di alcuni dettagli.

Ma prima voglio mostrarvi un pezzo tratto da un libro rinvenuto nella biblioteca della chiesa del culto del terzo capitolo della saga, che dice:

 

 

"Circa le religioni sincretiche

Locazione: nell'archivio della Cappella.

Nessuna religione è mai rimasta immutata dal momento della sua creazione. E questa non fa eccezione.

Quando di questa religione si appropriarono gli immigrati, essa veniva profondamente influenzata dalle loro credenze cristiane.

Ad esempio, i nomi e le descrizioni dei rappresentanti tradizionali di queste divinità primarie potrebbero essere quelle di angeli cristiani.

(esiste anche un raro esempio di capo-divinità, "creatore del paradiso" o "signore dei serpenti e delle saette" con lo stesso nome di un demone. Ovviamente questo non è dovuto ai credenti, ma ai loro avversari)."

 

 

 

 

A fianco di questo eloquente pezzo, vi è una bellissima raffigurazione del Baphomet.

Il Baphomet classico, come ben saprete, ha un braccio volto verso l’alto, su cui è scritto “solve” e un braccio rivolto verso il basso con su scritto “coagula”. Ebbene questo gesto significa ermeticamente “come in alto, così in basso”, ovvero, come nel mondo spirituale, così è nel mondo terreno. Come avevo accennato nella Nota alla Revisione sul Culto, le braccia del Baphomet Silenthiliano, sono una rivolta verso il cuore e una verso il basso. Ciò indicherebbe quindi, “come dentro (nell’anima), così in basso (ovvero fuori).

Ciò corrisponde all’essenza di Silent Hill, dove ciò che abbiamo dentro viene proiettato allegoricamente all’esterno, forgiando la realtà come un’estensione di noi stessi. Della parte più oscura di noi. Tuttavia c’è una parte mancante a questa considerazione. Ora, se prendiamo in esame il Baphomet classico, abbiamo detto che vi sono delle scritte sulle braccia, ovvero Solve e Coagula. Queste due parole stanno a suggerire il modo per trasportare qualcosa da un piano all’altro, solvendo e coagulando appunto, attraverso principi alchemici basati sul calore e il raffreddamento. Non mi dilungo troppo su questo concetto. Il problema del Baphomet di Silent Hill è che le scritte sulle braccia (che presumo siano in greco), non sono distinguibili. Quindi non abbiamo un suggerimento concreto sul come trasportare da dentro a fuori qualcosa e viceversa. Ma conto di poter prima o poi tradurre con esattezza le due scritte, che tra l’altro appaiono quasi speculari.

 

 

Baphomet classico e Baphomet samaelitico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un accenno sul Dio Giallo: Lobsel Vith

 

 

Argomento abbastanza misterioso su cui non voglio ancora esprimermi troppo, sono ancora molto incerta sulla sua figura. Tuttavia sono propensa a credere che il Dio Giallo sia legato al Circolo vizioso delle carni, cosa abbastanza accettata da tutti i teorici di Silent Hill. Solo che la maggior parte della gente sostiene che Lobsel Vith sia la stessa incubatrice del Dio, (la madre umana), altri sostengono che invece il Dio, quando è incarnato (ovvero rinato in un corpo umano), diventa Lobsel Vith, o meglio, prende questo nome.

Secondo me invece non centra. Non ne sono sicurissima, ma credo che Lobsel Vith abbia un ruolo simile a Xuchilbara. Voglio basarmi sugli appellativi, Dio Giallo (per Lobsel Vith) e Dio Rosso (per Xuchilbara). Ebbene il giallo sta ad indicare il fuoco e il rosso il sangue, o almeno questo spiega il culto. Quindi, cosa fa Xuchilbara? Lui punisce coloro che hanno commesso qualcosa oppure li mette davanti ai loro fantasmi del passato, per renderli completi, salvarli o distruggerli. Lo fa attraverso il sangue, pertanto attraverso qualcosa di umano, di terreno. Il Dio Giallo invece usa il fuoco. Questo fa pensare dunque al solvere. Il Dio giallo dunque è forse colui o colei che Spezza il circolo vizioso delle carni. Se Xuchilbara è come un signore del Karma che misura le tue azioni e fa un resoconto, Il Dio giallo è quello che ti dà una destinazione definitiva. Ma non saprei dire se questa sta nella mera distruzione, nella trasmigrazione dell’anima in altre dimensioni più elevate o nella semplice reincarnazione. So solo che il Dio giallo, dio del fuoco: solve. Questa è per ora la mia idea e spiegherebbe anche come mai lo vediamo così poco in Silent Hill.

 

ps: Devo aggiungere un piccolo nuovo spunto di riflessione sul Dio Giallo. Non è niente di importante, è solo qualcosa legato ad un mio recente sogno. Poche notti fa ho sognato di trovarmi in un giardinetto, un cortile credo, insieme ad un ragazzino che non saprei identificare. In mezzo al giardinetto sorgeva una porta sospesa, di colore bianco sporco, sverniciata e scrostata, con al centro il tipico rettangolo vetrato e schermato, caratteristico di molte porte che troviamo nelle comuni case domestiche. Io stessa ho una porta simile in bagno. La porta era al centro del giardino, sospesa nel nulla e di conseguenza non dava su nulla. Chiedo al ragazzino cosa fosse e lui sorride dicendomi semplicemente che quella era la prima pagina del libro del Culto di Silent Hill, la sua copertina. Non compresi e non comprendo.

In seguito mi venne in mente questo articolo, a cui appunto stavo lavorando e le mie domande sull’identità del Dio Giallo, sul suo eventuale collegamento a un’Entità reale, al suo ruolo specifico. Il ragazzino sempre sorridente, come se avesse intuito il mio pensiero, mi disse così: “Il Dio Giallo ha un ruolo difficile da spiegare, ma se dovessi fartelo capire con un esempio, ti direi che il Dio Giallo è lo scarabeo, mentre il Dio rosso è l’Ape”. In quel momento non capii, ma nella mia mente venne subito in mente lo scarabeo nella simbologia egizia, che stava ad indicare una rinascita. Lo scarabeo però, (ho controllato in seguito al sogno) è anche un animale noto per generare la vita dallo sterco, un richiamo forse al concetto alchemico di evoluzione da piombo a oro, da anima intrappolata nella carne materiale ad anima libera nel mondo spirituale. Se però fosse così, avrebbe potuto paragonarlo anche alla farfalla, quindi lo scarabeo deve avere qualcosa in più. L’ape invece ha moltissimi significati, ma cercherò di analizzare solo quegli aspetti simbolici che possono ricordare il Dio rosso. Innanzi tutto l’ape viene definita operaia e sappiamo che vive la sua vita al servizio della regina, cosa che fa anche il Dio Rosso, definito anche Valtiel, ovvero servo di Dio (della Dea, per essere più precisi). Inoltre l’ape crea alveari fatti a cellette esagonali, il sei, è anche il numero su cui si basa il cubo di Metatron, simbolo tatuato sul suo braccio e di cui abbiamo già parlato. Infine l’ape è sempre stata legata all’anima e ai morti, veniva chiamata uccello di Dio in antichità e il mondo che sosta fra quello spirituale e quello materiale, dove risiedono le anime in attesa di “giudizio” si chiama anche “via delle api”.

In base a queste informazioni, spero che possiate riflettere sul ruolo di questi due Dei differenti e se vi venisse qualche illuminazione, non esitate a contattarmi.

 

 

 

 

Sigillo Halo of The Sun

 

 

 

Per portare un'ulteriore conferma alla mia tesi, (ovvero che il Culto di Silent Hill è praticamente uguale al Satanismo),vi posto il sigillo più importante nel culto, l’ halo of the sun:

 

Beh, purtroppo ancora non ho interpretato ogni dettaglio, alcuni simboli devo ancora capirli bene. Ma alcuni son molto chiari. Intanto l'occhio in alto non vi ricorda il simbolo egizio che sta appunto per "l'occhio di Ra", il dio Sole? E fin qua tutto chiaro come… il sole appunto!

Poi, sulla sinistra c'è una bilancia... (la bilancia dell'Ade di Maat in cui venivano pesate le anime e giudicate?) Siamo ancora dannatamente in tema e quello sotto non pare la stilizzazione di un omino con in mano un tridente, simbolo del Dio, dio delle acque nettuniane, ovvero "Satana"? (è curioso se ci pensate come Satana sia associato a Enki, dio delle acque... così come ai tempi ellenici, Nettuno Poseidone fosse detto appunto dio delle acque e avesse, guarda caso, come simbolo il tridente..... ) eh già...

Il simbolo sulla destra non so cosa sia, ma somiglia un po' ai vecchi sigilli, ma non quelli di Re Salomone dell'ars goetia... parlo di quelli più antichi, forse riconducibili all'ebraismo e la Qabbalah. Assomiglia un po’ al Sigillo antico di Lilith, quello tradizionale.

Poi vi sono le scritte in alfabeto runico intorno che portano i nomi dei personaggi principali del culto nel gioco, come appunto Dalhia, Alessa e Alizer, che non so ancora bene a chi o cosa corrisponda, ma è curioso notare che è un anagramma del nome Raziel, angelo a cui era attribuito un ruolo molto simile a quello di Metatron e di Thot. (già accennato nella Nota di Revisione). E poi c'è la parola Incubus, che può essere riconducibile al fatto che Alessa era il ponte, ovvero l'incubatrice del Dio.

O magari è semplicemente legato agli Incubus (per capire meglio informatevi sulla teoria degli incubi e dei succubi), ovvero che il Dio altro non sarebbe appunto che il figlio di un essere umano (donna) con un dio (maschio). l'Incubus era infatti l'entità spirituale maschile che aveva rapporti carnali con le donne, mentre la succube era l'entità spirituale che aveva rapporti carnali con gli uomini.

Fra i cerchi in mezzo vi è sulla destra il simbolo della triplice luna che è legato alla Grande Madre Lilith, (infatti spesso è usato dai wiccan, che hanno come dea di riferimento proprio la dea Lilith che si dice essere madre delle streghe). Esso rappresenta le tre fasi lunari, crescente, piena e calante.

Gli altri simboletti devo ancora capirli meglio, seppur uno sembra proprio rappresentare lo scarabeo, simbolo sacro dell’Egitto che rappresenta la rinascita.

Posso però notare che i 4 simboli esterni sono lettere dell'alfabeto greco, sopra l'occhio di Ra mi pare esserci la lettera "csi" che corrisponde alla x (forse sta per Xuchilbara?), poi c'è sulla destra il simbolo della pi (simbolo del pi greco) e in basso il simbolo della bilancia dei segni zodiacali... sulla destra c'è il simbolo del pi greco, che è un numero molto particolare e in molti lo ricollegano al numero esoterico della sezione aurea Phi, che collega ogni cosa nel mondo. v’invito a informarvi sul numero phi e la correlazione che ha con il pi greco... è roba molto matematica e complicata, ma è facile che abbia correlazioni con il segreto della creazione del mondo (e il cubo di Metatron). Io l’ho trovato molto interessante.

Il simbolo invece sulla sinistra non saprei. sembra un due o una z... una s forse? Non lo riconosco con chiarezza... potrebbe essere la runa a forma di saetta sowilo, che rappresenta appunto il sole, oppure chissà cos'altro. Non parlo se non so. I due simboli in mezzo fra i cerchi interni non li riconosco. Comunque vorrei aggiungere, per chi desiderassi rifletterci per conto suo, che a me alcuni simboli sia dell'halo of the sun, che del sigillo di Metatron mi ricordano alcune costellazioni ed anche alcuni alfabeti esoterici come l’Enochiano e il Malchim.

Spero di poter ampliare questa mia piccola ricerca. Inoltre, secondo un mio caro amico assai ferrato in simbologia e antichi culti, alcune scritte sembrerebbero in lingua cherokee, ovvero una lingua indiana. Ciò potrebbe avere molto senso dato il luogo in cui è stata fondata Silent Hill.

 

 

 

 

Analogie basate sulla demonologia gotica:

 

 

Come abbiamo detto il Dio del Culto è un Dio Satanico, in quanto demonizzato dal monoteismo cristiano giudeo. Esso si rifa alla figura della Dea Luciferiana, della Lilith, della Grande Donna Scarlatta vestita di rosse vesti, portatrice di Giustizia e Fertilità. Ci sono numerosi riferimenti a Lilith, l’Oscura Ecate, nella sua ambivalenza dualistica, dove troviamo la Dea Madre (come Cerere, Demetra) e la Dea fanciulla, (come Kore, la rinata). La dualità c’è spesso in Silent Hill, basta pensare ad Alessa, madre umana del Dio, sua incubatrice, dove lei stessa si divide fra il suo lato oscuro e quello più puro e fanciullesco (Cheryle/Heather=Kore). Forti sono anche i riferimenti alla figura della Dea di Giustizia, della Legge stessa che poi i suoi sottoposti (Valtiel), eseguono. La Dea è la Maat e la sua rinascita rappresenta la Maat incarnata.

Su Dio Rosso e Dio Giallo, ci sono diverse analogie. La prima, si potrebbe basare sulla goetia più classica, dove Satana, Giudice indiscusso stabilisce la Legge e Alastor, grande esecutore, la mette in pratica punendo i condannati. L’ho spiegato in maniera molto tradizionalista e banale, ma sul significato di punizione e redenzione silenthiliano, mi son già dilungata abbastanza. Altra possibilità è legata al fatto che in Silent Hill si parla spesso del dio del sole, che in Egitto era Ra e in Grecia Apollo. Chi conosce un po' di demologia sa ad esempio che Abaddon, l'angelo dell'abisso, viene considerato un angelo del giudizio, che avrà un ruolo importante nell'apocalisse (e si sa che scopo del culto silenthiliano punta alla rinascita di un dio, un “anticristo” che porti l'”apocalisse”, distruggere per ricreare un mondo migliore che chiamano paradiso). Avrei molto da dire sul concetti come cristo, anticristo, apocalisse e paradiso, ma qui non mi trovo a fare un trattato sul vero Culto delle Origini o sul Satanismo Originale, mi sto solo limitando a raccontare il Culto di Silent Hill e quindi mi adeguo a certi concetti semplicistici di matrice cristiana. Sedovessi approfondire probabilmente oserei dire che il Cristo dei cristiani non è mai esistito e che la sua creazione durante il concilio di nicea si basa semplicemente sull’abile lavoro di alcuni esseni che hanno deciso di far sopravvivere alla colonizzazione romana, il culto ebraico e che pertanto hanno deciso di rinnovarsi attraverso un culto nuovo in cui lo stesso protagonista è soltanto frutto dell’assemblaggio di molti antichi eroi e Dei pagani. E che a loro volta questi Dei hanno preso spunto dal Dio delle origini, dal Cristo delle origini, figlio di Satana e Satana stesso. Il Caduto. Caduto in questo mondo, per amore dell’umano. Questo per dire che molto probabilmente un Silenthiliano non vede la rinascita del suo Dio come a quella di un anticristo, bensì di Cristo stesso poiché non riconosce in Gesù il Cristo. Per un Silenthiliano l’unico Cristo, l’unico Dio incarnato, è il Dio delle Origini. Samael. Ebbene, tornando in tema, il demone Abaddon prende anche l'appellativo di Apollyon, evidente richiamo ad Apollo dio del sole.

Altra cosa interessante è che Apollo, il dio greco, si dice avesse una sorella gemella, di nome Artemide, ciò può essere riconducibile ai due principi incoronati dell'Inferno Azazel, che ha come sorella gemella Astaroth, la quale ha molte analogie con Artemide. Cambiano i nomi, ma non la sostanza.

Ora forse vi apparirò audace nei miei ragionamenti, ma sappiate che la festa di Astaroth (dea Astarte o Ishatr) sarebbe ostara ovvero l'equinozio di primavera. Ostara era la festa del fuoco sacro di purificazione, bruciavano le bestie malate per purificare il gregge ad esempio, e a volte qualcuno soleva sacrificarsi dandosi fuoco quel giorno proprio per purificare il suo villaggio se in quel periodo avevano avuto molta sfortuna. Ovviamente questi erano atteggiamenti a mio avviso molto primitivi e per fortuna col tempo, le persone iniziarono a festeggiare la festa in maniera meno cruenta, sfruttando l’energia del fuoco senza suicidarsi o sacrificare bestiame.

Il Dio Giallo è dio del fuoco.

Per quanto riguarda Azazel ci sono a dar succo a questa ipotesi, anche il fatto che egli è considerato un dio della giustizia e della vendetta e che Azazel era anche chiamato Samas, che in accadico significa dio sole. (il dio di Silent Hill è un dio solare). Samas tra l’altro ricorda molto Samael. Occorre inoltre dire anche che Haures, è anche chiamata Flauros e questa nostra grande Dea dell'Ars Goetia è nota per uccidere i suoi nemici con il fuoco. Proprio come Losbel Vith.

 

 

 

 

Piccola Nota personale sulle tre sette di Silent Hill:

 

 

Quando i coloni arrivarono a Silent Hill carpirono subito l'energia del luogo e così decisero di fondare un Ordine che avrebbe seguito il culto delle origini precedente all'ebraismo e ad ogni altro culto.

Questo Ordine si divise in tre sette dove un gran Consiglio stabiliva le varie iniziative e amministrava i tre differenti gruppi, ponendosi come un Giudice in caso di incomprensioni. Ma a me di raccontare banalità come chi ha fondato tale setta, raccontandone storia e antefatti presi dal gioco, non me ne frega niente. Quello che interessa a me e ripulire tutta la Storia dalla banalità ludica e narrativa e mostrar invece il retroscena esoterico. Perchè accennare dunque alle tre sette? Perchè forse anche qui il Culto ci fornisce un messaggio sul ruolo della Trinità Silenthiliana.

Bene queste tre sette prendono il nome di:

 

 

- Setta delle Sante Donne

- Setta della Santa Madre

- Setta di Valtiel

 

 

 

 

Bene, ognuna di queste sette è legata ad un Dio.

La prima è quella dedicata al Dio Giallo, Lobsel Vith. In questa setta le donne si dilettano nel darsi fuoco, come segno di sacrificio e vicinanza al Dio Giallo e siccome il loro scopo è far rinascere il Dio attraverso il ventre di una donna che funge da incubatrice, hanno il vizio di bruciare giovani donne sperando che così il Dio possa rinascere. Non ha alcun senso poichè il fuoco solve, ovvero porta ciò che è materiale nel mondo spirituale. Per portare qualcosa di qua teoricamente si dovrebbe coagulare e pertanto l'elemento idoneo è l'acqua. In ogni caso ciò che voglio prendere in considerazione è il nome stesso della setta e fra poco vi spiego perchè.

 

La seconda è la Setta che onora la Grande Madre, ovvero la Dea stessa che vogliono far rinascere. Il Dio. Anche qui per far ciò hanno sempre idee molto allegre, ma per adesso tralasciamo e andiamo al punto.

 

La terza è quella dedicata al Dio Rosso ed ha lo scopo di fungere (come Valtiel stesso) da supporto alle altre due sette, proteggendo la madre di Dio (eventuale incubatrice) e il Dio stesso. Ben presto questa diventerà la setta più importante, esattamente come a Silent Hill ricopre il ruolo più importante Valtiel. I membri di questa setta, come vi dissi, si divertono nell'imitare il loro Dio indossando copricapi a forma piramidale e giustiziando la gente che ritengono colpevole. Forse i nostri cari amici dimenticano che per giudicare, occorre prima essere giudicato.

 

Bene, ecco dove voglio arrivare. Tralasciando la setta di Valtiel dedicata ad un Dio che ha un ruolo abbastanza esplicito, mi voglio fermare sulla setta delle Sante Donne, dedicata a Lobsel Vith, il più enigmatico fra gli Dei della Nebbiosa.

Dalle attività della setta si può infatti presumere che il Dio giallo abbia a che fare con la rinascita stessa del Dio, che forse questo Dio abbia lo scopo di ricercare l'incubatrice, fecondarla o magari esserlo direttamente. Tuttavia era solo uno spunto in più, sul Dio Giallo mi sento ancora in alto mare e forse mi convincono di più le supposizioni che vi ho descritto nel paragrafo dedicato a Lui. Questa sulle sette ve l'ho riportata per completezza, ma di fatto la ritengo abbastanza opinabile, esattamente come le diverse attività che svolgevano.

 

Pensiero generale sui membri dell'Ordine:

 

 

Beh, anche qui, Silent Hill non poteva darci un insegnamento eccezionale. La cosa meravigliosa del Culto è che ci troviamo a scoprire grandi Dei e grandi valori (che comunque pochi comprenderanno poichè saranno troppo presi a tremare davanti a ruggine, buio e larve astrali, gridando "diavolo cattivo che ce l'hai con me"), ma nonostante i più saggi coglieranno la bellezza del Culto, non potranno fare a meno di constatare la pochezza dell'Ordine. Se nel Culto troviamo infatti Dei giusti, sacri e misteriosi, nell'Ordine ci troviamo davanti a diverse cornici poco rassicuranti. Fra i membri incontriamo il fanatismo più folle, la violenza, la crudeltà, la mancanza di compassione ed empatia, persino la tipica sete di potere e denaro.

Questo ha per me un messaggio molto chiaro: per quanto un culto sia ideologicamente sano, ci sarà sempre l'uomo a rovinare tutto. L'uomo alla fine finisce sempre per alterare i veri messaggi spirituali, deformando l'immagine stessa di un Dio e arrivando sempre a pensare soltanto a se stesso. Fortunatamente non tutti sono così, esistono anche persone oneste e sagge che incarnano a pieno l'essenza di un culto, ma son molto rare. In ogni culto. Compreso quello di Silent Hill.

Non ho mai condiviso ad esempio il concetto dell'Ordine che prevede la rinascita del Dio attraverso paura, dolore e rabbia. Far nascere un dio creando emozioni negativi nella madre incarnata, usando la violenza, il sangue, il fuoco. Son sempre stata dell'idea che solo attraverso Amore e Volontà si possa raggiungere una vera e autentica Rinascita.

Se la madre di Dio vi fosse deve Amare quel Dio che porta in grembo e se davvero un sacrificio fosse necessario, soltanto lei potrebbe decidere di compierlo. Nessun altro potrebbe imporlo. Il sacrificio è il gesto d'amore più grande. Ma d'amore deve essere e non di odio o subdola imposizione. Bisogna attraversare l'Oscurità per ricevere Saggezza, ma a volte le cose devono accadere spontaneamente, senza abusi umani. Se una donna fosse davvero destinata a divenire madre di Dio, sarebbe Dio stesso, suo Guardiano, a farla arrivare a quel destino e non sciocchi adepti che senza riflettere e senza cuore pensano di poterle dare fuoco cancellando la splendida Kore che vive in Lei. Quindi il mio pensiero è solo uno: nessuno può sostituirsi a Dio. L'uomo deve lottare per quello in cui crede. Ma non deve mai sostituirsi al proprio Dio. Altrimenti, l'uomo stesso, Dio non diverrà mai.

 

 

 

 

Strana Coincidenza:

 

 

Come sempre aggiorno questo mio piccolo dossier su Silent Hill. Ebbene sono entrata in contatto con uno dei disegnatori dei primi tre videogames della saga. Gli chiesi se avesse disegnato lui il Baphomet Samaelitico. Lui conferma. Gli chiedo che cosa significassero le scritte sulle braccia, in greco e lui dice di non saperlo. Io allora gli dico che comprendo, essendo solo il disegnatore doveva semplicemente disegnare basandosi sulle direttive del creatore così gli chiedo chi glielo avesse commissionato. Lui si offende e dice che nessuno gli ha detto come farlo. Ma allora come poteva dire che non sapeva cosa aveva scritto sulle sue braccia? Non ha risposto.

Chiunque ci abbia voluto inserire tutti questi messaggi subliminali e riferimenti esoterici, non ha piacere nel rivelarsi e nel raccontare apertamente la minuziosità della sua opera. Ma infondo, questo è l’ermetismo. Che siano soltanto i meritevoli a comprendere i veri significati.

Silent Hill ci dona un Sogno… sta a noi coglierne i Segni.

 

 

 

JENNIFER CREPUSCOLO

Copyright © Unione Satanisti Italiani 2010 - 2021
X

Right Click

No right click