SATANAS VOCAMUS TE


 

  Nascita

Satanas Vocamus Te è il secondo pezzo di Bluemorphosis ed è stato pubblicato il 19 Maggio 2020. SVT segue lo stesso filone di Mater Obscura, unendo parti cantate e parti recitate e, sempre come Mater Obscura, ripropone una parte finale con orazione in latino. Dal punto di vista musicale, invece, SVT rappresenta un’evoluzione rispetto a Mater Obscura, con una base strumentale più complessa e una linea melodica più lineare.


Significato

SVT, esattamente come Mater Obscura, ha come significato il semplice desiderio di omaggiare gli Dei, un tributo a Satana, il Gentile Dio dell’Anima. È a tutti gli effetti un testo evocatorio e invocatorio, atto a chiamare l’essenza del Dio delle Origini nelle nostre vite e dentro di noi.


Dipinto

Il Dipinto utilizzato per SVT è un’opera realizzata da Ellie Lunaria. Rappresenta la liberazione dalla prigione del mondo materiale, un mondo che potrebbe anche essere bello se non fosse infettato dalla decadenza e dall’iniquità umana. Tale liberazione si manifesta dunque nella musica e nella celebrazione del Sacro Satanico. Il titolo dell’opera è: νόστος άλγος.

[CLICCA QUI per visionare l’immagine ad alta qualità].

 


Testo

Intro cantata in latino

Satanas Veni
Obscuram Silvam illumina
Obscuram silvam illumina

Parte recitata in italiano

Satana,
noi ti amiamo
ti onoriamo
ti glorifichiamo,
Tu nostro Dio
Tu origine della nostra Stirpe.
Satana, vieni!
L'Oscura Selva illumina!
Satana, noi ti chiamiamo
nell'ombra silente aspettiamo
resta con noi Grande Dio
e le nostre carni pervadi.
Satana, vieni!
Accogli la nostra Chiamata!

Ave Satanas Gloria! Ave Satanas Gloria! [cantata]

Satana, noi ti invochiamo
Drago dell'Abisso
Stella del Mattino
Tu che spezzi le catene
rafforza il Sacro Rito.
Satanas Veni! Satanas Veni! Satanas Veni!
L'anima nostra è pronta!

Ave Satanas Gloria! Ave Satanas Gloria! [cantata]

Ave Satanas Gloria in excelsi... [cantata]


Parte recitata in latino

Satanas
amamus Te
honoramus Te
glorificamus Te,
Tu Deus Noster
Tu nostrae Stirpis origo.
Satanas, veni!
Silvam Obscuram illumina!
Satanas, vocamus Te
in silenti umbra Te expectamus
Nobiscum mane Magne Deo
et carnes nostras pervade!
Satanas, veni!
Vocationem nostram accipe!
Satanas, invocamus Te
Draco abyssi
Mane Astrum
qui catenas exolvis
Ritum Sacrum auge!
Satanas, veni!
Anima nostra parata est!

 

 

Scheda tecnica

Strumenti: Pianoforte e Synth. [Organo con Synth]
Lingua: Italiano e Latino
Composizione linea melodica: Ellie Lunaria
Composizione base strumentale: Ellie Lunaria
Editing Audio: Ellie Lunaria
Suonata da: Ellie Lunaria
Cantata da: Jennifer Crepuscolo
Testi di: Jennifer Crepuscolo

 


Curiosità

- Inizialmente SVT avrebbe dovuto intitolarsi “Grazie Satana”. La bozza del ritornello era: “Grazie Satana per mostrarmi l’ombra che vive dentro di me, per le volte in cui non mi son piegata, per l’amore che non ho perso mai”. Poi l’idea è stata scartata e sostituita con un’evocazione più solenne, mantenendo il filo conduttore con Mater Obscura.

- Nell’idea originaria la linea melodica della parte cantata avrebbe dovuto corrispondere alla melodia della base strumentale. Poi invece è stato deciso di sovrapporre una diversa linea melodica alla base. Se infatti si ascolta la versione strumentale di SVT, senza la parte cantata, ad un orecchio inesperto la melodia sembra quasi irriconoscibile.

- Nel video di SVT sono presenti alcuni elementi riconducibili al primo video Mater Obscura, come alcuni simboli ed ermetismi. Quali sono? A voi il piacere di scoprirlo.

 

Appunti personali

“Satanas Vocamus Te è forse il pezzo che ci ha dato maggiori soddisfazioni sul fronte dell’apprezzamento pubblico, è un brano che ha da subito coinvolto molti Praticanti, forse anche per il testo evocativo e per la melodia emozionante. E anche io confermo che la cosa che più ho amato di SVT è proprio la sua melodia, sia nelle parti cantate che nella stessa base strumentale. Credo che Ellie abbia realmente fatto un piccolo capolavoro di passione e sentimento. La realizzazione di SVT mi ha da subito coinvolta molto, sia la canzone che il video, l’unico in cui hanno partecipato più Fratelli, cosa che sebbene mi abbia reso il lavoro di montaggio più complesso, mi ha anche stimolato ed entusiasmato.” – J.Crep.

“Satanas Vocamus Te non è stato semplice. Abbiamo dovuto lavorare molto, è stato un susseguirsi di cambiamenti strada facendo. Alla fine abbiamo creato qualcosa di molto diverso da ciò che era stata concepita come idea iniziale. La mia visione di Satana è più lunare che solare, una visione ctonia, oscura, legata all’Oltre. Nel comporre il brano mi sono fatta guidare da questi sentimenti”. – E.Lunaria.

 

AUDIO

L’audio sottostante può essere ascoltato e anche eventualmente scaricato cliccando su Scarica File e in seguito sui tre puntini verticali a sinistra del player.


Satanas Vocamus Te, mp3:


SCARICA FILE

 

Satanas Vocamus Te – instrumental version, mp3:

 SCARICA FILE

 

 

 

VIDEO


Satanas Vocamus Te è stato un video complesso, a causa della presenza di numerose comparse. La trama del video traccia un percorso più definito rispetto a Mater Obscura, sebbene permangano le simbologie esoteriche più o meno celate. Il video cerca di mostrare diversi Praticanti, ognuno dei quali incarna a sua volta un aspetto del Dio. Nella parte in cui JCrep recita l’orazione in latino è chiaro anche il riferimento alla Discesa e alla Rinascita, tratto tipico delle iniziazioni misteriche, ben radicate nel pensiero USIano.


Girato da: Ogni partecipante ha girato le proprie scene.
Location: Dimore personali e zone limitrofe.
Partecipanti al video in ordine di apparizione: Nicla Cucini, Davide SML, Paola Difilla, Ellie Lunaria, Kate Ecdysis & Kin, Semphar Del Gheb, Jennifer Crepuscolo.
Montaggio di: Jennifer Crepuscolo.

 

 

 

 

LOCANDINE DEI VIDEO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

Copyright © Unione Satanisti Italiani 2010 - 2021
X

Right Click

No right click