I REAZIONARI: DALL'IMPERO ALLE TEORIE DEL COMPLOTTO



Il fondamentalismo religioso monoteista e il capitalismo finanziario globalizzato sono l'evoluzione finale (sarebbe meglio dire l'involuzione finale) del dominio della mente sull'anima che spinge l'uomo a proiettarsi verso l'alto dei cieli in un tentativo continuo di sradicare da se il suo "lato oscuro" (il LATO ISTINTUALE) ritenuto la parte malvagia,il CAOS INTERIORE capace di trascinarlo nelle tenebre,il male assoluto materializzatosi nella mente umana, creando un assurdo dualismo:il Bene e il Male, la Luce e le Tenebre, Dio e Satana, il fedele e l'infedele,il cristiano e il pagano.Lo stesso caos presente nella tanto odiata Natura che l'uomo cerca di "tenere lontano"e sotto controllo, con la sua società fatta SOLO di leggi e di ordine (inneggiante al MATERIALISMO e per nulla spirituale con una tremenda confusione tra SESSUALITA' e GENITALITA') attraverso un processo rielaborato più volte nel corso dei secoli. Un lento processo iniziato più di 5 mila anni fa e che ha trasformatola donna da sacerdotessa e maga a schiava e strega e ha trasformatola STRUTTURA SOCIALE da semplice e libera a complessa e schiava del profitto.Una struttura piramidale con al vertice un uomo predatore e dominatore. Permettetemi di spiegarvi bene questo processo partendo dall'Impero romano:



1) L'IMPERO


Con l'ascesa al potere di DIOCLEZIANO l'Impero romano viveva una forte crisi.Durante essa si manifestarono simultaneamente situazioni estremamente problematiche in diversi campi, come: l'aumento della pressione nemica sui confini,spesso accompagnata da secessioni e disordini interni (la qual cosa comporterà riforme strutturali della tradizionale unità militare romana: la legione);la crisi del tradizionale sistema economico; e la grave instabilità politica("anarchia militare").

Una devastante epidemia di peste colpì i territori dell'Impero nel ventennio 250-270.Si è calcolato che il morbo abbia mietuto milioni di vittime e che alla fine la popolazione dell'Impero fosse ridotta del 30 per cento, da 70 a 50 milioni di abitanti.A tutto ciò si aggiunga che il prezzo da pagare per la sopravvivenza dell'Impero fu molto alto anche in termini territoriali. A partire infatti dal 260 gli imperatori che si susseguirono dovettero abbandonare,in modo definitivo, i cosiddetti Agri decumates (sotto Gallieno) e l'intera provincia delle Tre Dacie (sotto Aureliano, nel 271 circa), oltre a perdere, seppure in via temporanea, la provincia della Mesopotamia, rioccupata solo con Galerio (verso la fine del III secolo d.C.). L'economia dell'impero romano nei primi due secoli si era basata sulla conquista militare di nuovi territori e sullo SFRUTTAMENTO SCHIAVISTICO delle campagne:in mancanza di nuove conquiste e dei bottini di guerra le spese dello stato,sempre più impellenti per poter far fronte alle pressioni esterne,furono coperte con un progressivo aumento delle tassazioni, proprio quandola diminuzione del numero di schiavi minava le possibilità economiche dei cittadini. Gradualmente la ricchezza, l'importanza politica, sociale, istituzionale e culturale,si era livellata tra il centro e le province dell'Impero romano, sebbene con disparità ancora evidenti.Per Roma e l'Italia questo ebbe conseguenze negative, poiché ivi la forza lavoro era costituita prevalentemente dagli schiavi, che venivano catturati durante le guerre. Gli imperatori successivi, il cui potere dipendeva interamente dall'esercito,erano costretti a continue nuove emissioni per pagare i soldati ed effettuare i tradizionali donativi: il metallo effettivamente presente nelle monete si ridusse progressivamente, pur conservando queste lo stesso valore teorico.Ciò ebbe l'effetto prevedibile di causare un'inflazione galoppante e quando Diocleziano arrivò al potere il sistema monetario era quasi al collasso.

La crisi economica aveva comportato una diversa suddivisione della società,formata dalle tre classi tradizionali dei senatori, dei cavalieri e dei plebei:senatori e cavalieri (grandi proprietari terrieri e militari, che disponevano della proprietà terriera e delle riserve di monete d'oro) erano confluiti nella classe privilegiata degli HONESTIORES, mentre artigiani e piccoli commercianti,toccati dalle difficoltà economiche e dalla svalutazione della moneta d'argento,erano confluiti nella classe degli HUMILIORES che andava man mano perdendo i propri diritti. Benché anche nei secoli precedenti fossero presenti profonde diseguaglianze economiche tra la popolazione dell'Impero, la peculiarità della crisi sociale del III secolo risiede nella legittimazione giuridica di questa situazione: pene diverse erano previste per honestiores e humiliores, e le possibilità di scalata sociale erano fortemente ridotte. La crisi del POLITEISMO GRECO-ROMANO intensificò i suoi effetti in età imperiale. Questo politeismo non pretendeva che gli abitanti dell'Impero fossero obbligati a venerare esclusivamente il pantheon degli dei romani.Al contrario vi fu spazio per culti provinciali e anche stranieri.Unica condizione era che non mettessero in pericolo l'unità imperiale. Fu così che, soprattutto da Oriente, si riversarono sull'Occidente romano e quindi sull'Italia e Roma una notevole quantità di culti misterici, quali quelli di Cibele (la "Grande Madre" dalla Frigia), Baal (da Emesa, a cui fu devoto lo stesso imperatore Eliogabalo), Iside e Osiride (dall'Egitto), Mitra (dalla Persia), quest'ultimo che raccolse numerosi seguaci negli accampamenti militari e nel quale si ravvisava l'invitto dio della luce, il SOL INVICTUS (il sole invincibile, che ebbe tra i seguaci gli imperatori Aureliano, Diocleziano e lo stesso Costantino). Col tempo le nuove religioni assunsero sempre più importanza per le loro caratteristiche ESCATOLOGICHE (l'escatologia riguarda il destino ultimo dell’uomo)e SOTERIOLOGICHE (soter = salvatore) in risposta alle insorgenti esigenze della religiosità dell'individuo, al quale la vecchia religione non offriva che riti vuoti di significato.

All'uomo, in parole povere, non interessavano più religioni legate ai cicli della natura, di origine matriarcale, ma cercava un nuovo tipo di religione che gli desse risposte soddisfacenti riguardo la possibilità di una vita ultraterrena.

La critica alla religione tradizionale veniva anche dalle correnti filosofiche dell'ELLENISMO, che fornivano risposte intorno a temi propri della sfera religiosa,come la concezione dell'anima e la natura degli dei. Nella CONGERIE SINCRETISTICA (mix di elementi religiosi di svariati culti)dell'Impero romano del III secolo, permeata da DOTTRINE NEOPLATONICHE (Plotino),orfiche e misteriche (misteri eleusini che trovò seguaci prima in Adrianoe poi Gallieno), ebbe particolare importanza lo GNOSTICISMO (correnti essene). Gli gnostici, opponendosi al potere tetrarchico che pretendeva che tutti i sudditi riconoscessero nell'imperatore il loro "signore e dio" (dominus ed deus),subì pesanti persecuzioni al tempo di Diocleziano (dal 303), generando nuove tensioni sociali. Il rifiuto del culto pubblico e del conseguente sacrificio all'imperatore,con conseguente rifiuto del servizio militare e degli impieghi pubblici,minava così, fin dalle fondamenta, l'ordinamento politico-religioso romano.Del resto la "minoranza gnostica", secondo alcune stime di storici moderni, al tempo della giovinezza di Costantino (fine del III secolo), poteva già contare su circa 13 MILIONI DI FEDELI su una popolazione complessiva di 50 milioni. 1/4 DELLA POPOLAZIONE ERA GNOSTICA! Diocleziano, non comprendendo i cambiamenti religiosi e sociali del suo tempo, preferì utilizzare forme repressive di spaventosa violenza, trucidando inutilmente migliaia di innocenti.A Diocleziano succedette Galerio che continuò a perseguitare gli gnostici,molti dei quali trovarono protezione presso svariate comunità politeistiche. Dopo Galerio imperò COSTANTINO ereditando un Impero ormai stanco delle continue diatribe tra i vari culti religiosi.  Quasi la totalità dell'esercito romano era dedito al culto mitraico e,desideroso di promuovere tale culto ad unica religione di stato, mal tollerava gli altri culti e in particolare lo gnosticismo che considerava causa principale di conflitti sociali.Accuse di immoralità furono rivolte agli gnostici, compreso l’omicidio rituale,già alla fine del I secolo, insieme a quella di CONIURATIO (congiura contro l'Impero),per la quale sono state rintracciate somiglianze con la REPRESSIONE DEI BACCANALI avvenuta nel 186 a.C. I baccanali furono messi fuori legge perchè vi partecipava una massa crescente di schiavi e di donne, i quali sentivano vuoti i culti delle principali divinità venerate dalla classe privilegiata e usavano l'orgia come una specie di RIVALSA SOCIALE arrivando a minacciare l'ORDINE SOCIALE garantito dall'Impero. Il dio Bacco poteva essere "contattato" direttamente senza distinzione di sesso e di classe, poteva entrare nelle persone e possederle. La danza, la musica, i canti, il vino, l'amore di gruppo, gli eccessi insomma,mettevano in comunicazione le persone con il dio.Le donne, in particolare schiave e vedove, partecipavano ai baccanali come una liberazione.

Dopo la soppressione di tali festività il malcontento tra il popolo crebbe.Nel terzo secolo in molti, tra schiavi e donne, covavano odio per gli honestiorese indifferenza per le divinità classiche.Anche l'esercito era disprezzato perchè difensore dei potenti.I sacerdoti del culto mitraico (culto seguito dalla maggioranza dell'esercito)erano visti anch'essi come difensori degli honestiores e oppressori della libertà.Tali sacerdoti, inoltre, si erano divisi tra FILO-IMPERIALISTI e ANTI-IMPERIALISTI,cosa che accadde anche tra gli altri culti. Anche tra gli gnostici vi erano gruppi di stampo ALESSANDRINO i quali eranofilo-imperialisti e accusavano, con il sostegno dei sacerdoti mitraici,gli altri gruppi gnostici anti-imperialisti di libertinismo e sovversivismo. I BASILIDIANI, i CARPOCRAZIANI, i seguaci di SIMON MAGO, i SETHIANI, i CAINITI,i SODOMITI, i NICOLAITI, gli STRATIOTICI, i FIBIONITI, gli ZACCHEI, i BARBELIOTI,i MARCIONIANI, i PAULICIANI, i ABELIANI, i DOCETISTI, i MONTANISTI,tutti gruppi gnostici in contrasto tra loro (oggi vengono definiti tutti col nome di'dottrine cristologiche dei primi secoli'). Alcuni gruppi erano accusati di abbandonarsi alla promiscuità sessuale e di considerare le donne come proprietà comune. Tutti questi gruppi considerati sovversivi avevano, dunque, terreno fertile per fare proselitismo tra la plebe che si sentiva in un certo senso tradita da Roma.



2) IL CONCILIO DI NICEA


L'Imperatore COSTANTINO indisse il CONCILIO DI NICEA, 325 d.C.,con l'obiettivo di mettere fine alle discordie tra le correnti gnostiche e creare un'unica RELIGIONE DI STATO: due piccioni con una fava! Una sola religione praticata in tutto l'Impero romano formata dalla fusione dei vari culti avente come colonne portanti i 7 SACRAMENTI MITRAICI,tanto cari all'esercito, e i TESTI (VANGELI) ESSENI, tanto cari agli gnostici,di cui solo 4 verranno resi canonici, un quinto testo (l'apocalisse) verrà canonicizzato secoli dopo mentre per i restanti non canonicizzati verrà dato l'ordine di bruciarli. Molti "capi religiosi" si convertirono alla nuova religione: il CRISTIANESIMO.Chi non volle farlo venne da subito considerato ERETICO o PAGANO! Tutti gli esponenti degli gnostici filo-romani, i sacerdoti mitraici filo-romani,e i sacerdoti filo-romani di altri culti pagani diventarono VESCOVI CRISTIANI e il loro compito principale era quello di convertire tutti a questo nuovo culto reso religione di stato. I Vescovi cristiani iniziarono così a fare proselitismo rivolgendosi in particolare alla classe povera, alla plebe, e, allo stesso tempo, condussero una CAMPAGNA DENIGRATORIA E PERSECUTORIA contro i non cristiani ritenuti tutti ANTI-IMPERIALISTI. Nacque così la CHIESA con a capo i PADRI DELLA CHIESA(il termine padre viene preso dal mitraismo). Tali Padri erano guidati da un loro eletto chiamato appunto PAdre dei PAdri = PA.PA. Dato che il cristianesimo fu il risultato di una fusione di elementi di svariati culti,e dato che tale fusione avvenne principalmente tra MITRAISMO e GNOSTICISMO PAOLINO(cioè la corrente filo-romana), sacerdoti mitraici e gnostici non convertiti alla nuova religione furono tra i più perseguitati. Epifanio (uno gnostico filo-romano), dopo esser divenuto Vescovo della Chiesa cristiana, si lanciò in una campagna discriminatoria contro le sette gnostiche scrivendo: "Non solo questi gnostici si danno alle orge durante i loro ricchi banchetti, ma usano raccogliere e mangiare il sangue mestruale e lo sperma; praticano di norma il coitus interruptus per non generare figli, ma, se ciò avviene,costringono la donna ad abortire.".

Nonostante il Concilio i disordini sociali continuarono!

Nel 380 l'imperatore romano TEODOSIO I con l'editto di TESSALONICA stabilì che l'unica religione di stato era il Cristianesimo, bandendo di fatto ogni altro culto. Da quel momento in poi tutti i pagani vennero perseguitati brutalmente e in modo sistematico, i loro templi saccheggiati e distrutti:una strage iniziata nel terzo secolo e terminata nel sedicesimo secolo con la rivoluzione francese. Tali persecuzioni costrinsero i pagani a convertirsi per evitare la morte.Molti pagani convertiti però abbracciarono solo in pubblico il cristianesimo ma nel privato continuarono a venerare i propri dei e fu così che nacquero le prime SOCIETA' SEGRETE. Anche nella Chiesa vi furono molti Vescovi che in segreto praticavano il culto degli esseni o altri culti pagani ed ecco perchè in molte chiese vi sono simboli massonici. Potete immaginare quindi quante società segrete sono state create delle quali molte oggi hanno potuto e voluto esporsi manifestandosi al mondo ma soprattutto agli occhi del Vaticano. In molti oggi sostengono che le società segrete ci siano sempre state.Si sostiene, addirittura, che tali società siano nate con lo sviluppo delle prime civiltà (esempio: civiltà sumera, civiltà egizia).Assolutamente falso: prima dell'intolleranza religiosa causata dai monoteismi non vi era bisogno di agire in segreto sia in ambito religioso che ideologico. Il pensiero unico "social-religioso" che hanno imposto i monoteismi è stato,quindi, l'unico motivo per cui IL PAGANESIMO SI E' DOVUTO SOMMERGERE nel tentativo di essere invisibile agli occhi della Chiesa in Occidente e a quelli dell'Islam in Oriente.



3) IL DUALISMO


Anche le varie correnti essene hanno dovuto seguire l'esempio del paganesimo tra cui è importante ricordare la corrente essena di BASILIDE che adorava il Dio gnostico detto ABRAXAS: il Sommo Eone (Dio) creatore del MONDO DIVINOche si contrapponeva al DEMIURGO, il creatore del MONDO MATERIALE, che veniva identificato nel Dio del vecchio testamento.La lotta tra Abraxas e il Demiurgo è simile alla lotta tra ENKI ed ENLIL, dei venerati dagli antichi Sumeri e ben conosciuti dagli ebrei a causa della loro deportazione in Babilonia (il dualismo che ha avuto inizio col patriarcato viene ripreso e rielaborato nei secoli, e i suoi dei hanno sempre origine,come vedremo in seguito, dalle dee del matriarcato!). Nel suo 'Contro le eresie', IRENEO testimoniò del culto di Abraxas da parte degli gnostici di Basilide: "distribuiscono le posizioni dei 365 cieli come gli astrologi.Infatti hanno accolto le dottrine di queste e le hanno adattate al carattere della loro dottrina.Il capo dei cieli è Abraxas e per questo vale 365". IPPOLITO nelle sue 'Confutazioni' citò Abraxas:"infinite sono secondo i basilidiani le creature che si trovano negli spazi: principati, virtù, potenze, di cui essi fanno gran parlare e contano trecentosessantacinque cieli e chiamano il loro capo Abraxas, si che abbraccia ogni cosa e per questo l'anno fa tanti giorni." Nell'epoca in cui si sviluppò lo gnosticismo (o essenismo) era in corso una forte spinta verso un SINCRETISMO tra i vari culti, oltre la tendenza a intravedere nelle varie divinità un solo dio (tendenza che favorì la nascita del cristianesimo come unica religione di Stato).Sincretismo che si ebbe prima tra filosofia, parte dell'ebraismo e alcune religioni orientali e alcuni secoli dopo tra GNOSTICISMO e NEOPLATONISMO.Non stupisce quindi che gli gnostici di Basilide facessero loro delle credenze di astrologi pagani. Sia i pagani che gli gnostici dovettero nascondersi continuando i loro rituali in segreto, lontano dalla repressione dell'esercito: cominciò così un lento esodo verso le campagne.



4) LA GEMMA GNOSTICA


Tra il clero, e del resto tra tutti i cristiani, vi era anche un'ala moderata,aperta al dialogo, che di nascosto, in luoghi privati, dialogava con gnostici e pagani: lo scambio di idee proprio del sincretismo, non si arrestò. Quest'apertura, anche se in segreto, verso il mondo non cristiano portò molti clericali al "doppiogiochismo religioso": ufficialmente erano cristiani intolleranti ad ogni altro tipo di religione, ma ufficiosamente erano in pieno dialogo con coloro che erano considerati "i nemici della chiesa". Molti clericali divennero loro stessi nemici della chiesa come nel caso di Vescovi che seguivano di nascosto le idee basilidiane. Priori, Arcivescovi e Vescovi, infatti, avevano una buona conoscenza simbolica gnostica, e tale conoscenza, al contrario di quanto si pensa, era molto diffusa.Tale simbologia era diffusa anche tra nobili e ricchi mercanti. Nei due secoli anteriori all'anno Mille si discuteva molto di alcuni Vangeli non ancora canonicizzati tra cui il Vangelo di Giovanni.In quel periodo alcuni Vescovi e Arcivescovi basilidiani, che si fecero imprimeresui loro sigilli il simbolo di Abraxas, usanza che si diffuse in seguito anchetra Priori e Nobili, cercarono di riformare la chiesa nel tentativo di evitarenuove eresie ma riuscirono solo a far canonicizzare uno dei Vangeli rimastiapocrifi: il Vangelo di Giovanni.I cristiani dell'anno Mille poterono così conoscere l'apocalisse e la temettero così tanto che vi furono dei suicidi di massa. Dopo il 1200 molti dei sigilli Abraxas (detti anche Gemme Gnostiche) vennero distrutti probabilmente per l'aumento di movimenti eretici dovuti anche ad una riscoperta dello gnosticismo originata dalle crociate che spinse la Chiesa ad essere poco tollerante anche verso i suoi Vescovi. E' ovvio che molti culti pagani dovettero agire in segreto, proprio come fecero gli gnostici, costituendosi anch'essi in logge massoniche.Ed è ovvio che questi gruppi erano formati da persone istruite, facoltose, potenti,insomma erano nobili e ricchi mercanti che potevano permettersi la realizzazionedelle logge.Ed è innegabile che potentati di svariate epoche storiche appartenenti a logge massoniche oltre che a riunirsi in segreto per professare i loro culti NASCOSTI DALL'OCCHIO INQUISITORE DEL VATICANO si riunivano anche e soprattutto per influenzare economia e politica. Solo dopo la Rivoluzione Francese e la realizzazione della democrazia nel mondo è stato possibile per molti gruppi occulti uscire allo scoperto anche se oggi è ancora difficile per molti non cristiani manifestare il loro culto:non si ha più paura della pena di morte per eresia ma si ha paura di essere mal visti ed isolati in un mondo ancora dominato dai monoteismi! Non sembra assurdo, quindi, affermare che molti gruppi occulti abbiamo sostenutola Rivoluzione Francese, o addirittura partecipato di nascosto a realizzarla. Occultisti, massoni, ed altri, appartenenti ad un'infinità di gruppi occulti,se prima erano solo gli appartenenti alla classe privilegiata: nobili e ricchi mercanti,ora sono persone appartenenti a tutte le classi: dal manager al semplice impiegato,dal petroliere allo studente universitario.Ed iscriversi alla massoneria è diventato per molti una moda!


5) DOPO L'OSCURANTISMO

 
La Chiesa con la 'Breccia di Porta Pia' ha perso definitivamente il suo potere temporale(e anche parte del suo potere spirituale) ma il RETAGGIO CULTURALE,che ha plagiato per secoli le menti delle persone, è ancora fortemente radicato nella società occidentale (mentre in parte di quella orientale divampa l'Islam e l'Induismo tra incitamenti a teocrazie, guerre sante e soppressione dei tentativi di emancipazione femminile). L'occidente anche se è uscito dall'OSCURANTISMO MEDIOEVALE non riesce ancora a liberarsi della morale cristiana, del peccato, del senso di colpa e dei tabù sessuali.L'uomo è fermo, come smarrito, non riesce a diventare adulto.Vive in un mondo iper-tecnologico al quale è impreparato. Internet, ritenuto unico e vero strumento orizzontale (non controllabile dal potere),è usato come MEZZO DI PROPAGANDA sia dai progressisti che dai conservatori con un'infinità di "soluzioni utopiche" (per un nuovo mondo pacifico ed ecosostenibile) e un'infinità di "teorie complottistiche": i massoni, gli illuminati,i rettiliani, e molte altre puttanate, che sanno tanto di essere il frutto di elucubrazioni di fondamentalisti religiosi. Da un lato abbiamo, quindi, uomini di spettacolo, managers, politici,capi di aziende e di multinazionali che inseriscono simboli pagani/massonici/gnostici nei marchi, nelle pubblicità, nei films, nella musica, e in ogni prodotto commercializzabile,in modo occulto evitando così di essere additati come immorali/massoni/satanisti/rettiliani(in una sola parola "anticristiani"), nell'intento di abbattere tabù e falsa morale PROPRIO ATTRAVERSO TALI MESSAGGI SUBLIMINALI(assicurandosi però di non intaccare questo tipo di struttura sociale basata sul profitto,anzi, rafforzandola: aprendo nuovi mercati alle future generazioni) o semplicemente perchè fanno parte della "cultura neopagana", che è in grossa espansione e viene mostrata alla luce del sole, di cui vi cito l'esempio italiano: Saturno Buttò(potete ammirare le sue opere presenti in vari siti internet). Dall'altro lato ci sono, però, gruppi di reazionari che vedono in tale cultura una MINACCIA SOCIALE ed usano internet per contrastarla creando teorie del complotto in cui mischiano simboli del matriarcato, del paganesimo e dello gnosticismo, confondono satanismo spirituale e satanismo acido al fine di lanciare il seguente messaggio:QUALSIASI RELIGIONE, MOVIMENTO SOCIALE O EVENTO STORICO RIUSCIRA' AD ABBATTERE L'ATTUALE SISTEMA SOCIALE APRIRA' LE PORTE DELL'INFERNO E RENDERA' L'UOMO SCHIAVO! Per non parlare poi della casualità: un sostenitore delle teorie del complotto non considera mai l'atto dell'inserire un simbolo, ritenuto massonico,in un prodotto commerciale un atto casuale, e accusa sempre chi inserisce tali simboli di essere un massone ed un satanista. Ad un complottista non importa se esistono satanisti spirituali o razionalistiche amano la natura, vivono nel pieno rispetto dell'ambiente e non ucciderebbero mai nessuno, nemmeno un insetto, per nessun motivo al mondo.Al complottista interessa solo indentificarli col male, col nemico da combattere.

Un satanista non può essere altro che un servo del male, un soldato dell'anticristo:il complottista ne ha bisogno per poter dimostrare l'esistenza di un dualismo inventato. Certe persone vogliono solo un progresso di tipo tecnologico e non dell'individuo,opponendosi, quindi, all'emancipazione femminile, alla libertà sessuale,all'abolizione di ogni tabù e della falsa morale, al neopaganesimo, all'avanzata dell'ateismo, alla creazione di una nuova forma sociale di tipo collettivo priva di ideologie, e a tutto ciò che metta in pericolo il pilastro, la cellula base di questa società: la famiglia.Hanno paura, e tale paura non ha colore politico: si impossessa delle menti di uomini di destra e di sinistra. Si vuole preservare ogni aspetto dell'attuale struttura sociale e, quindi,i monoteismi, in tale ottica, devono essere preservati perchè essi, garantendola solidità della famiglia, garantiscono la solidità sociale.Ci sono persone che hanno paura del cambiamento perchè vedono nel passaggio ad una nuova società il passaggio dall'ORDINE al CAOS.Tali persone vedono i progressisti come dei portatori di anarchia. E' importante far notare però che sia i conservatori che i progressisti si dividono solo sulle questioni morali difendendo a spada tratta il materialismo,il DIO DENARO, il profitto. Sono dei materialisti convinti che disprezzano la SPIRITUALITA'. Si reprime la sessualità, confondendola oltretutto con la genitalità, e si è fortemente materialisti ma per nulla spirituali avendo così creato un uomo vuoto con la pancia piena di cibo spazzatura e un codice a barre stampato sulla fronte!C'è da dire anche che viviamo una sessualità patologica: chi non reprime il sesso lo considera come definitivo traguardo della vita. "Vi sono alimenti spirituali, esattamente come vi sono alimenti materiali;così come ogni giorno mangiate pane e bevete acqua per nutrire il vostro corpo fisico,dovete anche nutrirvi del sole, del suo calore e della sua luce, per alimentare i vostri corpi spirituali. È così che diverrete realmente vivi.Cercate dunque di guardare ogni mattina il sole al suo sorgere come se lo vedesteper la prima volta, ed esso vi apparirà sempre nuovo."OMRAAM MIKHAEL AIVANHOV "Quello che succede in realtà è che più una persona è sessuale e più è inventiva.Più la persona è sessuale e più sarà intelligente.Con meno energia sessuale vi sarà meno intelligenza; con più energia sessuale,più intelligenza, perchè il sesso è una profonda ricerca per scoprire non soltanto i corpi, non soltanto il corpo del sesso opposto, ma tutto ciò che non è visibile."OSHO Stiamo vivendo il passaggio tra due epoche che porterà ad una nuova struttura sociale e ogni individuo ha il dovere di liberarsi da qualsiasi tipo di schema imposto anzichè credere che l'umanità sarà resa schiava dagli Illuminati, capeggiati dai Rettiliani, a loro volta comandati dai Venusiani che sono i servitori dei DEMONI DELLA QUINTA DIMENSIONE di 'sto cavolo!

 


6) L'ORIGINE DEI COMPLOTTISTI


Ma chi è stato il primo a parlare di Rettiliani?
In una pubblicazione del "Journal of the American Chemical Society", il ricercatoreRonald Breslow affermò che l'evoluzione su altri pianeti potrebbe avere presouna direzione differente, con i dinosauri dominanti sui mammiferi. I rettili, in questi mondi lontani potrebbero persino avere avuto l'opportunitàdi evolversi in creature intelligenti ed evolute dando seguito a una vera e propriaciviltà, in tutto simile a quella umana. L'affermazione di Breslow apre la porta alla possibilità che questi esseri,dopo aver raggiunto un livello tecnologico adeguato, possano avere intrapreso l'esplorazione dello spazio incrociando in uno di questi viaggi anche il pianeta Terra,dando origine ai miti di diverse popolazioni antiche che hanno come elemento comune la presenza di creature dalle fattezze appunto 'rettiliane':


-- I nativi americani Hopi raccontano dell'esistenza di una razza di uomini rettile che vivrebbe sottoterra chiamata Sheti o "Fratelli Serpente";


-- Nella mitologia precolombiana, l'Eva primordiale di nome Bachué si trasforma in un grande serpente; a lei ci si riferisce anche come "Il Serpente del Cielo";


-- Il primo re mitico di Atene, Cecrope, era mezzo uomo e mezzo serpente.Nella mitologia greca, avevano servitori serpenti i Titani e i Giganti e talvoltai Giganti sono raffigurati in forma "anguiforme".


-- Nella cultura cinese, vietnamita, coreana e giapponese, si tramandano le  leggende de Long (Yongin Coreano, Ryu in giapponese) o dragoni, forme a metà tra il piano fisico e il piano astrale, ma raramente descritte in forma umanoide, e che possono assumere una forma tra l'umano e il rettiliano.


In pratica, si ignora l'ERA PREISTORICA MATRIARCALE e la teoria dell'evoluzione dando credibilità alla teoria creazionistica: l'uomo è stato creato, forse da Dio,forse da alieni rettiliani, ma di sicuro è stato creato!Può darsi anche che l'uomo sia stato creato da alieni ma non ci sono ancoraprove per dirlo.Quindi non possiamo che dire che resta valida la teoria dell'evoluzione! Il serpente era considerato dalle tribù esistenti nel mesolitico(stiamo parlando di circa 12 mila anni fa) l'animale che poteva rappresentare simbolicamente la Terra essendo l'unico animale a spostarsi strisciando,a saper scavare nella terra e a saper salire sugli alberi. Il serpente spesso veniva disegnato in forma di cerchio atto a mangiarsi la coda:disegno che simboleggia il ciclo infinito della natura, della vita.In seguito, nell'era di transizione tra matriarcato e patriarcato, alla fine della preistoria, comparvero le prime divinità maschili identificate ovviamente in un Dio-serpente: si formavano i nuovi culti del nascente patriarcato! All'inizio del matriarcato vi era la Dea Madre che poi diventò la Triplice Dea rappresentata simbolicamente in svariati modi tra cui le tre lune(una luna piena e due mezze lune) che rappresentavano la Dea della nascita,la Dea adulta della fertilità e la Dea della morte:il ciclo della vita che si ripete all'infinito.Ebbene anche di questa simbologia si appropriò il patriarcato:dalle molteplici trinità pagane delle prime civiltà patriarcali alla trinitàcristiana passando per Ermete trimegisto.Così, ad esempio, si ignora che la dea Bachué si trasforma in serpente per ritornare al lago dal quale era nata, e si ignora che era venerata dei popoli chibca presso i quali vigeva un sistema matriarcale, descritto dal profondo rispetto per la donna, la madre ed i defunti. La storia della dea Bachué si sviluppa interamente attorno alla figura della bellissima Donna che sorge dalle acque e che assume subito il ruolo di madre,di educatrice dei suoi discendenti e di guida del suo popolo.La figura maschile (il figlio di Bachué che da adulto diventerà suo marito)invece ha solo un ruolo passivo, accompagna Bachué durante tutta la leggenda ma solo come strumento di fecondazione e non ha nemmeno un nome.Nel matriarcato, infatti, la donna aveva un ruolo attivo ed è con l'affermazione del patriarcato che il ruolo della donna è stato capovolto:LA DONNA NON E' PASSIVA MA E' STATA PASSIVIZZATA!

 


7) LA PREISTORIA IGNORATA


In alcune teorie del complotto si afferma addirittura che i Rettiliani sono alieni di origine terrestre: una specie che si evoluta, ha creatola razza umana e poi ha lasciato la Terra per esplorare lo Spazio.
E anche qui si ignora che prima di essere mammiferi eravamo rettili e che quindi lo strato più profondo del nostro cervello è quello RETTILIANO coperto dagli altri due strati: PALEOMAMMIFERO e NEOMAMMIFERO. Strati che si son sviluppati attraverso milioni di anni e non creati in un giorno. Non possiamo scartare la possibilità che sulla Terra siano arrivati nella preistoria esseri extra-terrestri ma anche se fosse è molto improbabile che abbiano creato l'uomo.E' più probabile che, nel venire a contatto con gli esseri umani,li abbiano decisamente aiutati nell'evolversi prima di lasciare il pianeta.Ed è ancora più probabile che nella preistoria, durata più di 2 milioni di anni, si sia sviluppata una "civiltà avanzata" formata da un popolo di uomini più evoluti rispetto alla restante umanità che viveva in pieno matriarcato e che tale civiltà evoluta sia entrata in contatto con le piccole tribù matriarcali preesistenti in svariati punti della Terra.Ma questo è tutto da provare!
La storia è preceduta dalla preistoria.C'è stata la prima età della pietra: il Paleolitico, seguita dalla seconda età della pietra: il Mesolitico, seguita infine dalla terza ed ultima età della pietra: il Neolitico.In questo lungo periodo preistorico che va da 2,5 milioni di anni fa al IV millennio avanti Cristo si ritiene che l'uomo non conosceva l'arte della metallurgia (che imparerà nell'Età del Bronzo) e l'uso della tecnologia.E invece è possibile dimostrare che l'uomo preistorico non solo conosceva l'arte della metallurgia e la tecnologia per innalzare monoliti e costruire piramidi ma conosceva molto bene anche l'astronomia.
Per conoscere bene la preistoria si deve conoscere la GEOLOGIA.E' importante sapere che per rilevare le glaciazioni avvenute nel lontano passato si usano soprattutto dei metodi geologici, quali lo studio dei sedimenti marini e dalle "carote" di ghiaccio estratte in profondità nei ghiacciai della Groenlandia e dall'Antartide; grazie a questi studi si sa che negli ultimi 2 miliardi di anni il clima ha subito notevoli variazioni, infatti si sono susseguite almeno 4 ERE GLACIALI, periodi lunghi milioni di anni in cui le calotte polari si sono lentamente estese coprendo mezza Europa, alternate ad ERE INTERGLACIALI, in cui le calotte polari sono quasi inesistenti.

All'interno delle ere glaciali si sono alternati periodi di gelo massimo,i periodi glaciali, o meglio conosciuti come GLACIAZIONI, della durata di migliaia/milioni di anni, durante i quali il pianeta è stato coperto dai ghiacci almeno fino alle latitudini dei due Tropici, a periodi più caldi:i periodi interglaciali. Tra le ere geologiche il Paleolitico corrisponde a quella del Pleistocene che va da 2,58 milioni a circa 10 mila anni fa, è durato quindi più di 2 milioni di anni.Durante questo periodo preistorico sono avvenute le seguenti glaciazioni:-- glaciazione Günz,-- glaciazione Mindel,-- glaciazione Riss,-- glaciazione Würm,-- glaciazione Donau. 5 glaciazioni della durata variabile da 40 mila a 100 mila anni. Durante l'ultima di queste 5 glaciazioni 50 milioni di km 3 di ghiaccio avevano coperto gran parte dell'Europa settentrionale e centrale, coprendo anche parte del Mar Mediterraneo (le calotte polari occupavano un'area tripla di quella attuale) e provocando un notevole abbassamento del livello del mare(la percentuale delle terre emerse era maggiore del 10% rispetto a quello attuale). All'uomo vennero a mancare i territori di mezza Europa coperta dal ghiaccio ma ebbe a disposizione nuove terre: le attuali zone desertiche erano zone ricche di vegetazione.Nel Nord Africa, quindi, durante l'ultima glaciazione, la foresta prese il posto del deserto circondando le piramidi egizie, ammettendo che son state costruite più di 10 mila anni fa, con una fitta vegetazione. Al termine di questa glaciazione le vaste zone di ghiaccio si sono sciolte in un tempo geologicamente brevissimo, producendo la memoria storica del"DILUVIO UNIVERSALE".
 

La fine di quest'ultima glaciazione avvenne 12 mila anni fa segnando la fine del paleolitico e l'inizio del mesolitico.Col conseguente aumento delle temperature i ghiacciai ripresero a sciogliersi,e il livello del mare si rialzò nuovamente coprendo molte terre emerse compreso un'infinità di strutture abitative tra cui vi segnalo la "struttura sommersa di Yonaguni"scoperta dal giapponese Kikachiro Aratake.

Arakate era un subacqueo dell'isola di Yonaguni che in una delle sue immersioni scoprì per caso tale struttura che ha la forma di una piramide. Le cause che portano il pianeta ad entrare ed uscire dalle ere glaciali non sono ancora ben note, anche se sono stati identificati alcuni fattori tra cui è importante ricordare la precessione e soprattutto la composizione atmosferica,e in particolare la percentuale di anidride carbonica e metano presente in essa; probabilmente è il fattore fondamentale e ad esso contribuiscono anche i vulcani.Infatti la diminuzione della loro costante emissione di CO2, porta ad una riduzione dell'effetto serra e produce pertanto una più vasta superficie ghiacciata che, avendo un maggiore albedo, può portare alla glaciazione.Ciò porta ad una minore evaporazione e quindi la pioggia sottrae meno CO2 all'atmosfera, comportando un accumulo nell'atmosfera dei gas emessi dai vulcani e quindi un aumento dell'effetto serra che, riscaldando il pianeta,pone fine alla glaciazione: si ha così un ciclo continuo di ere geologiche. In molte tombe megalitiche, sparse in tutta Europa, suddivise in stanze a dolmen e realizzate sovrapponendo grandi massi, venivano sepolti strumenti di rame e bronzo.Questo testimonia che prima del "diluvio universale" (l'innalzamento del mare dovuto allo scioglimento dei ghiacciai) vi era una civiltà preistorica bene evoluta.Tale civiltà, cioè quel poco che ne rimase dopo il diluvio, dovette ripartire da zero ripartendo dall'uso della pietra e impiegando millenni per riappropriarsi dell'arte della metallurgia.
Possiamo dividere la preistoria in 2 fasi volendo usare il "diluvio universale" (l'ultimo innalzamento del livello del mare)come spartiacque: la prima fase: il PALEOLITICO; la seconda fase:il MESOLITICO ed il NEOLITICO (terminata all'inizio dell'eta del bronzo e cioè con l'inizio della storia). Oltre al diluvio universale ci sono stati anche altri eventi che hanno sconvolto l'uomo preistorico, ad esempio, nella zona dell'attuale India,intorno al 1800 a.C., la maggior parte delle città erano state del tutto abbandonate.Una delle cause di questa rapida fine potrebbe essere stata un cambiamento climatico importante: alla metà del III millennio sappiamo che la valle dell'Indo era una regione verdeggiante, ricca di foreste e di animali selvatici, molto umida, mentre intorno al 1800 a.C. il clima si modificò,diventando più freddo e più secco.Il fattore principale fu la probabile sparizione della rete idrografica del fiume Sarasvati, citato nel Rig Veda, dovuto ad una catastrofe tettonica.E' importante soffermarsi anche sull'epoca preistorica dell'India:vi erano svariate tribù matriarcali tra cui alcune tribù, denominate inseguito tribù degli ADIVASI, che furono scacciate e confinate nelle foreste dai popoli indoeuropei lasciando però un'importante influenza sulle successive civiltà.

Sembra quindi che, stando a quanto scoperto in campo archeologico e antropologico, l'uomo si è evoluto in circa 2 milioni di anni e abbia creato le prime civiltà non più di 5mila anni fa.Però bisogna anche dire che a volte vengono trovate prove che mettono in discussione la storia ufficiale, soprattutto in ambito preistorico.Prove che contraddicono completamente qualsiasi teoria, dei repertiche infrangono ogni regola.Anche se il lungo elenco di tali reperti sembra voler dare un altro volto alla nostra preistoria è sbagliato tirare conclusioni affrettate asserendo che ci sia stata una presenza aliena sulla terra e che l'uomo sia un loro prodotto di laboratorio!Arrivare poi a dire che ci sono prove inconfutabili che gli alieni sono sempre stati tra noi e che da millenni si stanno adoperando per poter schiavizzare l'uomo attraverso la creazione di un nuovo ordine mondiale manipolando massoni e satanisti è di un'idiozia unica!Possiamo solo analizzare i reperti che non collimano e metterli insieme creando così delle PROBABILI "verità alternative".

 


8) L'ARCHEOLOGIA NASCOSTA


Eccovi un elenco di prove che non collimano con la "verità storica ufficiale":


-- SONO STATE TROVATE MAPPE ANTICHE CHE MOSTRANO IL CONTINENTE DI ANTARTICA SECOLI PRIMA CHE FOSSE STATO SCOPERTO.


-- NEL 1513 L'AMMIRAGLIO TURCO PIRI REIS MISE SU CARTA PARTI DEL MONDO CHE NESSUNO AVEVA MAI VISTO ALL'EPOCA .NELLA SUA CARTA VI E' DISEGNATO IL SUD AMERICA E LA TERRA DELLA REGINA MAUD IN ANTARTIDE: UNA ZONA CHE NON SI POTEVA CONOSCERE FINO AL 1949.


-- UN SECOLO FA UN ARCHEOLOGO CONCLUDE CHE LA CITTA' DI TIWANAKU IN BOLIVIA FOSSE UN OSSERVATORIO ASTRONOMICO ALLINEATO AL SOLE E ALLE STELLE.SECONDO I SUOI CALCOLI IL SITO A 17000 ANNI. TIWANAKU E' LA CITTA' PIU' ANTICA DEL MONDO MAI CONOSCIUTA.I GRANDI BLOCCHI DELLA CITTA' NON SONO TENUTI INSIEME DAL CEMENTO MA DA GREFFE DI METALLO. L'ARCHEOLOGO NEIL STEEDE SOSTIENE CHE PER ARRIVARE IN OGNI PUNTO IN CUI ERA NECESSARIA UNA GRAFFA PROBABILMENTE DEVONO AVER AVUTO UNA SPECIE DI FONDERIA PORTATILE PER MANTENERE IL METALLO ALLO STATO FUSO.


-- I GEOLOGI RIVELANO CHE LA GRANDE SFINGE EGIZIA PORTA SECOLI DI SEGNI DI PIOGGE VIOLENTE E INCESSANTI. PIOGGE CHE DEVONO ESSERE CADUTE MIGLIAIA DI ANNI PRIMA DELL'EOPCAFARAONICA.


-- ANCHE IN EGITTO SONO STATI TROVATI GRANDI BLOCCHI DI PIETRA CHE ERANO TENUTI INSIEME DA GRAFFE DI METALLO.INOLTRE, SEMPRE IN EGITTO, E' STATA TROVATA UNA NOTEVOLE QUANTITA' DI VASI DI PIETRA DURA: ALABASTRO, BASALTO, HOWLITE. QUESTI VASI NON HANNO UN FORO DRITTO ALL'INTERNO MA TALE FORO SI ALLARGA VERSO LA ZONA CONCAVA.LA TECNOLOGIA MODERNA NON E' IN GRADO DI PRODURLI.


-- GLI ANTICHI OLMECHI DEL MESSICO SCOLPIRONO DELLE ENORMI TESTE DAI TRATTI TIPICAMENTE AFRICANI, EPPURE SI RITIENE CHE GLI AFRICANI DOVREBBERO ESSERE ARRIVATI IN AMERICA NON PRIMA DI COLOMBO.


-- NEL 1992 LA DOTTORESSA SVETLA BALABANOVA, TOSSICOLOGA E MEDICO LEGALE, MENTRE ESAMINAVA LE MUMMIE DEL MUSEO DI EGITTOLOGIA A MONACO DI BAVIERA, TROVO' DEI RESIDUI DI NICOTINA E COCAINA SUI RESTI MUMMIFICATI DI UNA GRANDE SACERDOTESSA EGIZIA: HENUBTAUI.GIA' SI SAPEVA CHE GLI ANTICHI EGIZI USAVANO SOSTANZE ALLUCINOGENE DURANTE LE CERIMONIE SPIRITUALI, COME CANAPO, OPPIO, O HASHISH,MA NON SI ERANO MAI TROVATE IN EGITTO PIANTE CONTENENTI NICOTINA O COCA, QUEST'ULTIMA ORIGINARIA DELL'AMERICA.


-- LA FORTEZZA INCA DI SACSAYHUAMAN IN PERU', DI ETA' INDETERMINABILE,FU COSTRUITA DA UN POPOLO CHE NON AVEVA UTENSILI IN METALLO DURO NE'CEMENTO E CHE NON CONOSCEVA LA CARRUCOLA, LA RUOTA E LA GRU.


-- IL FILOSOFO GRECO PLATONE DESCRIVE UNA CIVILTA' AVANZATA CHE SECONDO I SACERDOTI EGIZI ESISTEVA MIGLIAIA DI ANNI PRIMA DELLA LORO COMPARSA FINCHE' NON FU DISTRUTTA DA UN ENORME CATACLISMA.


-- ABBIAMO NOTIZIE DI UN CATACLISMA DEL GENERE DA ALTRI MITI:IN TUTTO IL MONDO CI SONO CENTINAIA DI MITI BASATI SU L'ALLUVIONE,OLTRE A QUELLI CHE TROVIAMO NEI RACCONTI MESOPOTAMICI ED EBRAICI,CHE RACCONTANO LA STESSA STORIA DI UN DISASTRO PLANETARIO AVVENUTO IN TEMPI PREISTORICI CHE HA QUASI STERMINATO IL GENERE UMANO.


-- NEL 1966 IN MESSICO, HUEYATLACO, L'ARCHEOLOGA JAN STEEN MCINTYRE SEMBRO' SUL PUNTO DI CAPOVOLGERE LA TEORIA CHE IL GENERE UMANO SIA PRESENTE DA RELATIVAMENTE POCO TEMPO NELLA MAGGIOR PARTE DELLE ZONE DELLA TERRA, CHE PENETRO' IN SIBERIA CIRCA 30000 ANNI FA E SICURAMENTE NON ERA PRESENTE IN AMERICA SINO A 20000 ANNI FA. JAN STEEN MCINTYRE SCOPRE IN MESSICO UTENSILI DI PIETRA E OSSA UMANE E LI FA DATARE MEDIANTE UNA SERIE DI ACCURATI TEST SCIENTIFICI.I RISULTATI DIMOSTRARONO CHE IL SITO ARCHEOLOGICO AVEVA 250 MILA ANNI. PIU' DI 30 ANNI DOPO ALCUNI ARCHEOLOGI SCOPRONO TRACCIE DI PRESENZA UMANA IN SIBERIA RISALENTI A 300 MILA ANNI FA.


-- UN GRUPPO DI SCIENZIATI CHE HANNO CAROTATO IL GHIACCIO IN GROENLANDIA HANNO SCOPERTO CHE NEL 10500 AVANTI CRISTO LE TEMPERATURE IMPROVVISAMENTE AUMENTARONO DI OLTRE 5 GRADI IN UN PERIODO DAI 3 AI 10 ANNI CON UN NOTEVOLE AUMENTO DI ATTIVITA' VULCANICHE,IL LIVELLO DEL MARE SI ALZO' DI 1350 METRI CIRCA:UN VERO E PROPRIO CATACLISMA PLANETARIO CHE SPAZZO' VIA MOLTE SPECIE DI ESSERI VIVENTI CAMBIANDO L'ASPETTO DELLA SUPERFICIE DEL NOSTRO PIANETA.FU IL CAMBIO DI ERA GEOLOGICA PIU' CATASTROFICO MAI AVUTO NELLA PREISTORIA.


-- NEI POZZI DI CATRAME DI BREA IN CALIFORNIA SONO STATI INTRAPPOLATI DAL CATRAME NEL CORSO DEGLI ULTIMI 40 MILA ANNI.IN QUESTI POZZI SI LEGGE, COME UN LIBRO ANTICO, DI ANIMALI CHE ABBONDAVANO E CHE NON SI E' MAI RITENUTO FOSSERO ORIGINARI DELL'AMERICA: MAMMUTH, ELEFANTI, RINOCERONTI, BRADIPI GIGANTI, TIGRI DAI DENTI A SCIABOLA, PERSINO CAVALLI E CAMMELLI.POI, UN ENORME CATASTROFE LI HA SPAZZATI VIA NEL GIRO DI POCHI DECENNI,E QUESTO E' AVVENUTO PROPRIO NEL 10500 AVANTI CRISTO.


-- ALL'INIZIO DEL '900 DEI CACCIATORI SIBERIANI TROVARONO PER CASO IL CRANIO CONGELATO DI UN ENORME ANIMALE, QUANDO LO TIRARONO FUORI DAL TERRENO NEL SUO STOMACO FURONO RITROVATE PIANTE TIPICHE DI UN CLIMA TEMPERATO NON ANCORA DIGERITE.L'ANIMALE ERA STATO CONGELATO COSI' RAPIDAMENTE PIU' DI QUANTO SIA IN GRADO DI FARE UN FREEZER MODERNO.


-- CHARLS HAPGOOD, PER SPIEGARE IL CONGELAMENTO IMPROVVISO DI ALCUNE ZONE DELLA TERRA AVVENUTO NEL 10500 AVANTI CRISTO, TEORIZZO'IL DISLOCAMENTO DELLA CROSTA TERRESTRE: L'INTERO GUSCIO DELLA TERRASI SAREBBE SPOSTATO RAPIDAMENTE E CON TALE SPOSTAMENTO ALCUNE ZONE TEMPERATE DELLA TERRA SI RITROVARONO ALL'IMPROVVISO NELLE ZONE FREDDE. PIU' SOTTILE DI UN GUSCIO D'UOVO, LA CROSTA TERRESTRE POGGIA SU UN NUCLEO FUSO, LIQUIDO.LA SCIENZA PER ALMENO MEZZO SECOLO HA DISPREZZATO LA TEORIA DELLE PLACCHE TETTONICHE, ALLO STESSO MODO, ORA SCARTA LA POSSIBILITA' CHE LA CROSTA TERRESTRE POSSA MUOVERSI TUTTA INSIEME E ALL'IMPROVVISO. EINSTEN LESSE LA TEORIA DI CARGLUD E NE RESTO' AFFASCINATO E AFFERMO':"ECCO UN'IDEA SEMPLICE CHE SPIEGA TUTTA UNA SERIE DI PROBLEMI".EINSTEIN SUGGERI' ANCHE IL MOTIVO CHE PROVOCHEREBBE TALE SLITTAMENTO:L'ENORME QUANTITA' DI GHIACCIO CHE SI DEPOSITA AI POLI PUO' DIVENTARE SPESSA ANCHE 2 CHILOMETRI.INFINITI MILIARDI DI TONNELLATE DI GHIACCIO CHE SE SEDIMENTATE IN MODO SBAGLIATO AVREBBERO POTUTO FAR SUSSULTARE IL PIANTE COME UNA RUOTA CON UN GIGANTESCO PESO POSATO SUL BORDO E QUEL SUSSULTO SAREBBE SUFFICIENTE A CAUSARE LO SLITTAMENTO DELLA CROSTA TERRESTRE.


-- I DOGON (UNA TRIBU' INDIGENA DEL MALI, A SUD DEL DESERTO SAHARIANO,COMPOSTA DA CIRCA 100 MILA MEMBRI) SI SONO SEMPRE TRAMANDATI, DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE, CONOSCENZE ASTRONOMICHE AVANZATE.NEL 1931 GLI ANTROPOLOGI FRANCESI MARCEL GRIAULE E GERMANI E DIETERLEN VENNERO IN CONTATTO CON I DAGON DOCUMENTANDO LA LORO MITOLOGIA E LE LORO SACRE CREDENZE.I DOGON RACCONTARONO AI DUE ANTROPOLOGI DI CONOSCERE LA STELLA SIRIO (LA BRILLANTE STELLA DELLA COSTELLAZIONE DEL CANE)E LA SUA STELLA COMPAGNA INVISIBILE AD OCCHIO UMANO.ESSI AFFERMARONO CHE QUESTA STELLA, CHE CHIAMANO PO TOLO (PICCOLISSIMA STELLA), E' MOLTO PICCOLA E RUOTA ATTORNO A SIRIO IMPIEGANDO 50 ANNI A COMPIERE UN GIRO COMPLETO E CHE ESSA E' INCREDIBILMENTE PESANTE PUR ESSENDO PICCOLA.I MODERNI ASTRONOMI HANNO SCOPERTO L'ESISTENZA DI SIRIO-B (PO TOLO)PER LA PRIMA VOLTA CON UN TELESCOPIO NEL 1862 E NON FU FOTOGRAFATA FINO AL 1970.COME SANNO I DOGON DELL'ESISTENZA DI SIRIO-B, COME SANNO CHE ESSA ORBITA ATTORNO A SIRIO ATTUANDO UN GIRO COMPLETO IN 50 ANNI? I DAGON SANNO ANCHE DELL'ESISTENZA DEGLI ANELLI DI SATURNO E DELLE 4 PRINCIPALI LUNE DI GIOVE.


Tutte queste prove, sistematicamente non prese in considerazione,ci dicono che la "verità ufficiale" è una delle PROBABILI verità di un INSIEME DI PROBABILI VERITA' e che l'uomo è solo all'inizio di un percorso intrapreso che lo porterà a delineare l'intera storia dell'umanità. Forse scopriremo di essere figli degli alieni o di essere figli di una civiltà preistorica evoluta e poi estinta.Di sicuro non siamo vittime di nessun complotto!Forse in un non lontano futuro vivremo in una società non più basata su un materialismo spinto che ci impedisce di percepire la nostra essenza divina, spirituale.Forse riusciremo a vivere appieno la nostra spiritualità senza rifiutare sia la sessualità che la materialità. Oggi anche la scienza ci dice che siamo esseri formati da energia:SIAMO DEI CORPI VIBRAZIONALI.Questo significa che il nostro lato spirituale esiste e non possiamo ignorarlo.

 


9) ENERGIA VIBRAZIONALE


Secondo la fisica quantistica, tutta la materia è energia che esiste come vibrazione; pertanto noi, come esseri umani, siamo sostanzialmente VIBRAZIONI IN UN MARE DI VIBRAZIONI.
La coerenza è una parte integrante di questo mondo vibrazionale, nel quale tutte le vibrazioni possono essere coerenti.In tutto il nostro corpo sono disseminati recettori perfettamente sintonizzati che trasformano queste vibrazioni in SENSAZIONI TATTILI, VISIVE o UDITIVE,alle quali pensiamo in termini di materia e di mondo fisico. Le vibrazioni che maggiormente influenzano il nostro sistema sensoriale sono le ONDE SONORE e la gamma delle ONDE LUMINOSE VISIBILI.Esse possono essere in armonia, in accordo e, di conseguenza, coerenti con l'ambiente vibrazionale naturale delle nostre cellule, dei nostri tessuti,degli organi e dell'intero organismo; oppure possono non esserlo. Suoni e musiche coerenti tendono ad allinearsi con le vibrazioni coerenti proprie del nostro corpo, rendendo l'ascolto piacevole ed energizzante anziché dissonante o irritante.Noi siamo in costante comunicazione gli uni con gli altri e ci influenziamo reciprocamente attraverso questi INVISIBILI CAMPI VIBRAZIONALI, che si irradiano dai nostri cuori e dai nostri cervelli. Quando tali campi sono coerenti, si percepisce un naturale senso di sicurezza,di appartenenza e di pace e ci sentiamo in armonia fra di noi.Quando invece serpeggia la paura provocata dalla mancanza di sicurezza,reale o solo percepita che sia, allora l'incoerenza inibisce la nostra naturale passione, la nostra curiosità e la nostra capacità di crescere.Nella medicina tradizionale cinese cuore e mente sono  visti come un tutt'uno. Nella pratica yoga il cuore è il centro dell'anima e da sempre simboleggia l'amore e le emozioni.

Fino a poco tempo fa, la scienza occidentale considerava il cuore semplicemente come una POMPA COMPLESSA e possibile bersaglio delle malattie.I ricercatori ora sostengono che il cuore è un ORGANO SENSORIO estremamente complesso e con un'organizzazione propria, con un suo proprio "piccolo cervello"che comunica con il nostro cervello e lo influenza tramite il sistema nervoso,il sistema ormonale e per altre vie ancora. Andrew Armour, nel suo libro Neurocardiology, afferma che i nervi che dal cuore arrivano al cervello portano informazioni relative ad ormoni, sostanze chimiche,frequenza, pressione, dolore e sensazioni e riescono a regolare diversi segnali nervosi che dal cervello tornano verso il cuore o vengono inviati ad altri organi.Risulta dunque evidente come il cuore abbia una sua propria sensibilità riguardo al mondo e la manifesti in modo intelligente, al punto che è il cervello a gravitare intorno al cuore e non il contrario. Uno degli aspetti più stupefacenti del cuore è il fatto che generi un campo elettromagnetico sessanta volte più ampio di quello prodotto dal cervello. Il campo elettromagnetico (EMF) del cuore, misurato esternamente con un superconduttore a interferenza quantistica, è almeno mille volte più grande di quello del cervello.Si tratta del campo elettromagnetico più vasto del corpo e si estende fino a cinque metri di distanza dal corpo stesso.I cuori delle persone sono dunque dei potenti trasmettitori ed emettono costantemente onde elettromagnetiche.L'antenna che è fisicamente in grado di cogliere queste onde è il complesso apparato sensoriale del nostro intero corpo: a patto che l'antenna sia sintonizzata.

La nostra vera identità: la nostra conoscenza dell'atomo è cambiata radicalmente con l'avvento degli accelleratori di particelle, che possono scindere l'atomo e svelarne i segreti.Lo spazio all'interno dell'atomo è molto più grande di quanto avrei mai potuto immaginare, per esempio se il nucleo fosse un arancia a S. Francisco, la prima orbita con i suoi elettroni sarebbe a Chicago.E fra il nucleo e l'orbita si frappone un ampio SPAZIO, rendendo il 99,9999% della nostra struttura costituita da "spazio". William Tiller, professore emerito di Stanford,afferma che lo spazio è un mare caotico di energia illimitata.Perciò, dal punto di vista fisico, possiamo considerarci costituiti per la maggior parte di illimitata energia. Usando sofisticati accelleratori di particelle, ora possiamo irradiare abbastanza energia da separare gli elettroni e il nucleo dell'atomo, solo per scoprire che non sono affatto materia (particelle), ma piuttosto schemi di interferenza vibrazionale.Siamo vibrazioni in un mare di vibrazioni .I nostri sensi costituiscono i "trasduttori" di base.

Per analizzare in maniera più approfondita ciò che determina la realtà, proviamo a considerare l'idea di un campo vibrazionale di informazione unificato, del quale facciamo tutti parte, al quale possiamo attingere e che possiamo influenzare.Questa idea potrebbe spiegare come gli embrioni, i feti e i bambini piccoli colgano così facilmente il mondo intorno a loro e riescano ad imparare ad una velocità straordinaria.Per spiegare il concetto di CAMPO DI INFORMAZIONE UNIFICATO, William Tillere altri scienziati hanno dimostrato come, oltre lo spazio/tempo reciproco è costituito da campi di energia vibrazionale che esistono dentro e oltre il nostro corpo fisico;essi ci influenzano e ci permettono di stabilire connessioni sottili, sul piano vibrazionale, con ogni cosa. Potrebbe trattarsi del campo che sottende e organizza tutti gli schemi vibrazionali che noi sperimentiamo come realtà fisica.La luce è sempre stata una grande anomalia per i fisici perchè, relativamente all'osservatore, si muove sempre alla stessa velocità.Se state viaggiando ad una velocità vicina a quella della luce, la luce si muoverà comunque 300 MILA chilometri al secondo più in fretta di voi.Pertanto la luce non ha esperienza del tempo,dello spazio o della materia e Einstein ha cercato di spiegare questa anomalia con la sua teoria della relatività. Poichè il comportamento della luce risulta irrazionale nello spazio/tempo diretto,ai fisici si apre la possibilità di valutare l'esistenza di una realtà reciproca. Nell'equazione di Einstein E=MC2, nulla può viaggiare più veloce della luce.Questa teoria trascura la possibilità di un moto a velocità superiore a quella della luce (superluminale) in un campo unificato.Comunque i matematici sono riusciti a formulare equazioni che potrebbero giustificare il moto superluminale , la variante di Tiller a E=MC2 consentirebbe di elaborare equazioni che descriverebbero matematicamente un campo tachionico(i tachioni sono ipotetiche particelle più veloci della luce) nello spazio reciproco.Dove le vibrazioni/informazioni possono viaggiare più veloci della luce, spiegai fenomeni di non-localizzazione(cose che hanno luogo in due o più luoghi nello stesso tempo) e permette di comprendere il campo di informazione unificato(interconnesso). La prova sperimentale di ciò che viene dalle ricerche effettuate sul paradosso EPR,o paradosso di Einstein-Podolsky-Rosen 1935, secondo cui modificando una partcellain una parte dell'universo si modifica anche una particella simile in un'altra parte dell'universo.
Questo fenomeno è stato verificato con gli studi sugli atomi.In questo modello il campo quantico non è localizzato in una regione definita dello spazio e del tempo.Quello che avviene in una regione influenza istantaneamente ciò che avviene in un'altra regione, senza che vi sia scambio alcuno di energia fra le due regioni.Per migliaia di anni le culture orientali hanno mostrato maggiore consapevolezza dello spazio reciproco.


(tratto dal libro di Carla Hannford "Risvegliare il cuore bambino")


" La Materia non è nient'altro che energia che vibra a frequenze sufficientemente basse da poter essere percepite dai nostri sensi". Albert Einstein.

 



Raf Marra

Anno MMIV

 

 

.

Copyright © Unione Satanisti Italiani 2010 - 2020
X

Right Click

No right click