INDIVIDUALITA’ SATANICA

 

 

In questi giorni stavo scrivendo un articolo sulle festività sataniche e pagane e, per un fatto di completezza, ho suggerito per ogni ricorrenza una maniera carina di celebrarla, raccontando in taluni casi il modo in cui son io stessa son solita festeggiare.  Riflettendoci, supposi che probabilmente per qualcuno sarebbero potute sembrare superflue certe cose, ci sono persone che ritengono inutili rituali e cerimonie per celebrare una festa Satanica, e forse qualcuno quando leggerà ad esempio della mia semplice abitudine di prendere pasticcini per Yule, si farà pure una grassa risata! Ciò è comprensibile e di fatti non nego che tutto questo possa tranquillamente essere considerato non indispensabile. Da un punto di vista strettamente terreno, infatti, poco importa se uno organizza un pranzo per Imbolc,  un rituale a Samhain, o i miei ormai famigerati pasticcini per Yule, ma da un punto di vista spirituale ha invece una grandissima valenza simbolica. Perché ovviamente non è il rituale o il cenone in sé ad avere valore, bensì ciò che esso rappresenta. Ciò che ha valore è il fatto stesso di non dimenticare le nostre tradizioni , dimostrare a noi stessi che nonostante siamo invasi dalle usanze cristiane, continuiamo comunque a tenere vive le nostre, ridando importanza a quelle vecchie memorie da cui noi stessi siamo stati originati. Questo ha valore. Riuscire ad applicare alla vita di tutti i giorni la nostra essenza satanica, usando la nostra energia non per bistrattare la tradizione cristiana, ma per onorare la nostra! Il Satanismo non è semplicemente un culto, il Satanismo è in primis un modo di pensare. Il vero Satanista non si distingue da un altro credo perché ha dogmi diversi o un libro rivelato, perché nel Satanismo non esiste dottrina! Al Satanista non serve un testo sacro, poichè ciò che Satana doveva comunicarci lo ha già scritto nella nostra incontaminata memoria animica. L’Anima sa, basta solo aiutarla a ricordare. Ciò che contraddistinguerà un Satanista da una persona appartenente a un altro culto, come per esempio quello cristiano, sarà innanzitutto il suo modo di pensare e di vivere e sentire il Mondo.

 

Un individuo può fingersi cristiano, mussulmano, buddista, ma nessuno può fingersi Satanista. PERCHE’ SATANISTI NON SI FA, SATANISTI SI E’

 

Il vero Satanista è un ricercatore che sa osare, che cerca di migliorarsi e superare i propri limiti, il Satanista sa che il suo cammino è un percorso individuale di ricerca interiore, che può essere favorito dalle letture e dal confronto con gli altri, ma che alla fine è e resterà sempre qualcosa di intimo e personale, riguardante soltanto se stesso e il Dio. Incoraggiare dunque le persone a non ignorare le proprie usanze è semplicemente un modo per far riflettere, per far capire quanto sia importante vivere anche materialmente il nostro essere Satanisti, che spesso purtroppo, per molti è qualcosa di praticabile solo nel web. Per far percepire all’individuo che il Satanismo, esattamente come Satana, è qualcosa di REALE, e non qualcosa che può essere confinato nella retorica e nelle astrazioni.

Il primo maggio era Beltane, festa della fertilità pagana, ed io notai che molte persone scrissero sulla bacheca di USI gli auguri per il gruppo. Lì per lì pensai che fosse un’ottima cosa trovare persone che se ne ricordassero, ma poi ho temuto che forse il loro unico modo di vivere quella ricorrenza, si limitasse proprio ad un semplice “auguri” sulla bacheca di un gruppo virtuale. La cosa mi fece pensare, il Satanismo non può assolutamente essere qualcosa di vivibile solo sul web, molte persone si limitano a fare i Satanisti solo in internet e una volta spento il pc, non fanno nulla che possa riportarli con la mente al Dio e alla sana costruzione del proprio intimo cammino spirituale. Satanisti da salotto buoni solo a filosofeggiare e ostentare saperi veri o presunti, gente che una volta sola nella propria intimità, accende tutte le luci del mondo pur di non dover affrontare il proprio buio.  Persone così sono molto tristi e dovrebbero tenere conto del fatto che i mezzi di comunicazione come internet o il telefono, potrebbero scomparire da un giorno all’altro, potrebbe accadere qualunque cosa, come una tempesta magnetica in grado di bruciare ogni tecnologia e lasciarci purtroppo per anni senza mezzi di comunicazione, e loro resterebbero in tal modo completamente privi del loro unico strumento in cui riescono a esprimere la loro natura satanica. Per quanto effettivamente la questione potrebbe essere chiusa qui, giacchè soggetti simili possono solo suscitarmi fastidio e palate di tristezza, mi sforzerò comunque di domandar loro che cosa potrebbero fare se realmente internet dovesse un giorno sparire dalle loro vite. Sono dell’idea che per queste persone sarebbe il caos! Si sentirebbero sole, devastate, abbandonate al loro destino e non saprebbero assolutamente come continuare il loro cammino spirituale. Poverini.

Ironia a parte, io credo che questo non debba assolutamente accadere. Internet è un grande mezzo, importante, ci permette di restare in contatto fra noi e di diffondere rapidamente la nostra testimonianza, ma non può assolutamente diventare un limite per noi stessi. Il vero Satanista non si pone limiti o dipendenze, il Satanista sa che potrà sempre e comunque continuare a vivere il suo credo con o senza l’ausilio di internet, persone o gruppi. Perché ciò che serve per evolversi è dentro di ognuno di noi, e quel qualcosa niente e nessuno può togliervelo. Internet deve essere solo un valore aggiuntivo, un mezzo, non una dipendenza. Il web non può rivelarsi l’unico luogo in cui riuscite a sentirvi Satanisti, e questo vale anche per la stessa USI.  Essendone la creatrice, non posso certo dire che mi dispiaccia vedere altre persone che come me sono affezionate al gruppo e credono nel progetto, però talvolta vedo in alcuni individui una sorta di dipendenza al gruppo che non mi piace e che non ritengo positiva. USI, come ogni altro gruppo serio, ha il dovere di sostenere i propri membri, soprattutto agli inizi, ma chi ne fa parte deve comprendere che alla fine il Satanismo è un percorso individuale che andrà comunque affrontato da soli. In USI potete cercare consigli e confronti, stimoli e ispirazione, ma non dovete mai pretendere che essa possa diventare la vostra stampella emotiva o spirituale. USI è un gruppo in cui conoscere Satanisti, persone che però per quanta esperienza vera o presunta possano avere (me compresa) NON sono Satana.

USI è un progetto ispirato da Satana, e pertanto agiamo sempre con le migliori intenzioni, ma sicuramente non esiste la pretesa di sostituirsi al Dio. Non potremo mai offrirvi ciò che un cammino autentico e individuale accanto a Satana potrà darvi.  USI è un punto di riferimento per chi vuole conoscere altri Satanisti, è un punto di ritrovo in cui confrontarsi, un punto di vista satanico sulla verità, ma non vuole e non può assolutamente sostituirsi a Satana. Se volete essere Satanisti non attaccatevi mai troppo a gruppi o persone, o per lo meno sappiate affezionarvi senza tuttavia diventarne dipendenti. Quando ho fondato questo progetto non avevo intenzione di creare qualcosa che si sostituisse al Culto, bensì creare un mezzo che potesse essere utile per la diffusione corretta di quest’ultimo.

 

USI è un mezzo e non un fine ...

 

Ovviamente (per fortuna) molti degli utenti di Unione Satanisti Italiani sono persone intelligenti e moderate, che sanno vivere il gruppo in maniera sana, partecipando sempre con entusiasmo ma senza perdere la propria indipendenza. Ma visto e considerato che ultimamente ho letto messaggi con scritto roba come “io sono un fedele dell’USI”, oppure addirittura alla domanda “che religione sei? Io sono della religione di Joy of Satan”, non credo ci voglia un genio per capire che in tutto ciò ci sia una nota stonata. Il Joy of Satan come USI, è un sito che parla di Satanismo, un mezzo per il Satanismo e non la meta ultima. Ad ogni modo, a questi punti mi è suonato un campanellino d’allarme, e ho capito che era necessario spendere due paroline in merito. Quando capitano episodi simili mi ritrovo sempre a rispondere abbastanza duramente, con il risultato che taluni ci restano male, però dovete capire che il mio non è un atto di ostilità gratuita bensì la migliore maniera di farvi comprendere il Satanismo, un credo che per principio condanna la dipendenza verso cose o persone e la falsa idolatria.

INDIPENDENZA, FIEREZZA, ONORE, DIGNITA’. Amate con forza ma sempre a testa alta. Io personalmente sono lieta se qualcuno ha stima di me per il lavoro che sto cercando di svolgere al meglio, però non posso più tollerare futili idealizzazioni da parte di persone insicure che hanno quasi la necessità impellente di attaccarsi morbosamente a chiunque scelgano di identificare come guru. Nel Satanismo non ci sono guru e maestri ed io stessa, per quanto sia la prima a dare consigli e informazioni a chiunque me li chieda, sono semplicemente un’anima in cammino che ha deciso di lottare per i propri ideali, nulla di più. Se dunque volete proprio un punto di riferimento per sentirvi più sicuri, cercatelo, ma non in me, non in altri fratelli, non in USI, bensì in Satana stesso.

 

Fidatevi della vostra Anima! Fidatevi del Dio ...

 

Ripeto che questa non è cattiveria, noi di Unione siamo i primi a essere felici nel poter aiutare le persone agli inizi, però non vogliamo che un progetto nato con il nobile intento di riunire e risvegliare, si trasformi in una sorta di ambiente settario che genera una massa di pecoroni fragili e dipendenti. Noi come abbiamo spesso ripetuto non siamo un partito politico, non ci interessa il numero di iscritti o di avere controllo sui nostri membri, ciò che desideriamo è seguire i valori Satanici, tra cui c’è appunto l’unione fra Satanisti e la diffusione di una verità non contaminata dalle menzogne. Ma se per adempiere certi propositi, ci rendiamo conto che se ne vanno a ledere altri altrettanto importanti come l’individualità e l’indipendenza, allora è logico che dobbiamo puntualizzare subito la situazione. Ora, ovviamente questi sono per fortuna casi sporadici e forse non era nemmeno necessario mettere così in fretta i puntini sulle i, dato che il problema non è poi così dilagante. Ma quando si tratta di onorare il Dio cercando di trasmettere il migliore esempio satanico possibile, la solerzia non è mai troppa.

Noi gestori siamo sempre molto chiari su questo punto e stiamo davvero facendo del nostro meglio, dandoci da fare e mettendoci in discussione ogni qual volta se ne sia presentata l’occasione, però l’andamento di un gruppo è dato anche dal modus operandi dei propri membri e pertanto anche se sono solo casi isolati, preferiamo chiarire le cose fin da subito. Come si suol dire, prevenire è meglio che curare, e pertanto ci tenevo a ribadire il ruolo che USI ha nel mondo Satanico. Era comunque inevitabile che dopo una forte esposizione anche mediatica, il progetto avrebbe incontrato situazioni simili, ma il mio interesse, e non credo di sbagliare se mi permetto di dire che è anche quello di tutti gli altri moderatori e membri, è quello di non permettere a un passeggero momento di notorietà, di scalfire ciò che sono gli ideali iniziali con cui USI è stata fondata, ovvero dare un’immagine il più fedele possibile del Satanismo e dei suoi valori più onorevoli. Sicuramente qualcuno troverà quanto meno un po’ strano questo articolo in cui a prima vista sembra quasi che ci stiamo dando la zappa sui piedi da soli, ma sinceramente a me poco interessa il proselitismo accanito o “la fedeltà” dei nostri membri, ciò che per me rappresenta infatti il più grande successo, sarà invece vedere uscire da USI persone complete, equilibrate spiritualmente, indipendenti e forti, che hanno saputo apprezzare USI per ciò che in quella parte del loro cammino li ha saputo offrire e che riusciranno a continuare individualmente il loro percorso verso Satana, portando di noi un buon ricordo. USI sarà sempre un punto di ritrovo per ogni Satanista che ha spiccato il volo, ma non lasceremo che diventi una stampella emotiva per chi non avrà mai il coraggio di volare da solo. Quindi invito tutti coloro che vogliono entrare nel nostro gruppo, o continuare a farne parte, di vivere il Satanismo in maniera sana e meno dipendente da internet, gruppi o persone. La partecipazione, lo spirito d’iniziativa e l’entusiasmo sono graditi, ma le forme di fanatismo o dipendenza saranno sempre condannate. Anche perché noi oggi ci siamo, ma domani magari non ci saremo più. USI è un grande progetto a cui credo molto e per cui io e i miei fratelli ci diamo molto da fare, ma voglio la certezza assoluta che chi è un vero Satanista, sappia esserlo sempre e comunque con o senza l’ausilio di una USI della situazione.

 

"Non seguire le orme dei saggi, ma cerca ciò che essi cercavano"

 

Quindi concludo riprendendo da dove avevo iniziato: imparate a vivere da Satanisti anche una volta spento il computer! Cercate Satana individualmente e coltivate in maniera del tutto personale il rapporto che avete intrapreso con questo grande Dio. Ricordatevi sempre i valori che ci ha trasmesso e applicateli alla vita di ogni giorno. Cercate di abbattere le vostre insicurezze imparando a osare e ascoltando la vostra voce interiore che non potrà mai mentire. Fate di voi stessi il vostro tempio e imparate a vivere internet, i gruppi e il rapporto con altri fratelli per quello che sono, ovvero condivisione, confronto, sostegno, ispirazione, ma non sostituzione di Satana stesso. Non dimenticate mai che non possono esistere rivelazioni di seconda mano, ascoltate sempre gli altri, sia chi ha più esperienza di voi, sia chi ne ha meno, leggete ogni fonte possibile, ma alla fine cercate sempre di rielaborare queste informazioni attraverso l’esperienza personale, sappiate osare quel tanto che basta da saper rendere ogni conoscenza una parte di voi. Non limitatevi nel cercare di capire … ma arrivate fin dove riuscite a sentire. Tutto in questo mondo è provvisorio. Io, i miei fratelli, USI, i siti, i libri, i templi. Ogni cosa terrena può durare un giorno, una anno, un secolo, un millennio! Ma niente sarà mai immortale come la vostra Anima e il Dio a cui con orgoglio satanico avete scelto come miglior esempio di Liberazione spirituale. Non dimenticatevene mai.

 

 

 Jennifer Crepuscolo

Anno MMXII

 

 

 

 

.

Copyright © Unione Satanisti Italiani 2010 - 2019
X

Right Click

No right click