RISALIRE ALLE ORIGINI

 

 


FASE I: Liberarsi delle false convinzioni

Molti sapendo che sono Satanista mi chiedono di spiegare loro chi è il mio Dio. Ma per quanto alcune persone si dimostrino aperte nel cercare di capire, è difficile che vi riescano completamente, perché purtroppo la loro mente è impregnata di concetti sbagliati a prescindere. Come posso spiegare a qualcuno chi è Satana se ha come unico metro di paragone la Bibbia? Ma questa programmazione non è un problema solo dei cristiani, questo è un ostacolo che anche ogni vero Satanista deve imparare a superare. Se davvero volete capire chi è Satana, o ricercate qualsiasi forma di Verità, dovete imparare a non usare le menzogne bibliche come metro di misura. Se per capire qualcosa analizzate ogni fatto basandovi su fonti fittizie, come Bibbia o Vangelo, allora è cosa ovvia che alla fine le vostre considerazioni risulteranno sfalsate. Questo è un errore che facevo anche io.

A volte mi facevo domande su Satana, su come furono andate realmente le cose, ma ogni volta che arrivavo a una reale conclusione finiva sempre che magari leggevo un pezzo tratto da Bibbia o altre fonti distorte e inevitabilmente nella mia testa si ricreava confusione. E' proprio questo infatti lo scopo degli Oscurantisti: Mettere confusione nelle nostre teste. Loro hanno voluto nascondere la Verità, quindi non potremo MAI sperare di trovarla nei loro testi! Allora ho compreso che per ricostruire la Storia, per arrivare alla Verità, non si doveva far affidamento sui testi attualmente corrotti, bensì scavare dentro noi stessi arrivando alle Origini. Cosa che fecero anche tutti i nostri antenati che, arrivati in questo mondo, non avevano certo a disposizione libri o documenti scritti. Purtroppo l'uomo nei millenni si è impigrito, non ha più voglia di ricercare da solo la Verità, c'è sempre qualcun altro che si è impegnato per lui a farlo e quindi si limita ad assorbire come una spugna ciò che altri hanno scoperto e scritto. Ma questa è un'arma a doppio taglio che gli Oscurantisti hanno saputo usare a loro vantaggio. Hanno approfittato della passività umana per programmare le nostre menti e lo fanno da millenni. Chi ha deciso di scrivere la storia al posto nostro si è trovato davanti a due possibilità: la prima era quella di dirci la verità raccontando realmente i fatti, la seconda era quella di mentire al mondo, raccontando quello che più sarebbe convenuto dire. Ovviamente fu la seconda opzione a vincere e  noi pertanto per millenni abbiamo assorbito passivamente menzogne che ci son state proposte come assolute verità. Ormai la menzogna è talmente radicata in noi che probabilmente gli stessi Ingannatori nemmeno ricordano più di avere mentito. Quante volte ho assistito a tristissime discussioni in cui mediocri "intellettuali" usavano la teologia cristiana per garantire attendibilità alle loro mistificazioni. L'assurdità della teologia cristiana sta proprio nel cercare di comprovare verità personali basandosi unicamente su un coacervo di prove del tutto alterate. In poche parole l'Oscurantista usa le sue stesse antiche menzogne per assolutizzare la propria verità. Non fa una piega, vero?!

 

Detto questo, per quanto sia sempre deplorevole l'operato di un Ingannatore,  sarebbe davvero troppo comodo attribuire tutta la colpa agli Oscurantisti, perché la colpa è in realtà principalmente nostra. Siamo stati noi da secoli ad accettare che fossero altri a ricercare la verità al nostro posto. Siamo stati noi a vivere passivamente dando per vero ciò che altri avevano scoperto e trasmesso. Siamo stati noi a non porci mai il dubbio che forse la verità fosse un'altra. E purtroppo chi semina raccoglie. L'umanità ha scelto per millenni di non vedere ed ora non deve piangere se si accorge di non aver mai visto veramente. Il fatto è che la Verità non può essere infilata dentro, la Verità semmai va tirata fuori. La verità va ricercata, individualmente. L'uomo non può sperare di ritrovare la verità più pura fuori da lui, l'uomo deve imparare a ricercarla dentro di Se. Se imparassimo a conoscere il nostro microcosmo, allora anche il macrocosmo non avrebbe più segreti. Non ci possiamo limitare ad assorbire la verità altrui come spugne, è nostro compito scoprire le cose da soli, sperimentare sulla nostra stessa pelle senza più accontentarci di mediatori. Cosa credete che avessero in più di voi gli antichi filosofi, i profeti o gli storici e gli scrittori? Quelle persone semplicemente si son limitate ad osservare il mondo, si sono posti interrogativi, hanno scavato dentro loro stessi e hanno trovato le risposte. Perché non possiamo farlo anche noi? I libri sono importanti, ma dovete capire che le scoperte altrui possono essere per noi soltanto fonte di ispirazione, uno stimolo, il resto dobbiamo farlo noi. E questa è l'unica chiave per accedere ad un sapere autentico. Scusate se mi sono dilungata su questo punto, ma non è certamente un qualcosa su cui poter sorvolare. Se infatti la gente avesse ragionato in questi termini sin dall'inizio ora non ci ritroveremmo a dover riscrivere una storia completamente distorta. Se avessimo avuto il coraggio di cercarci da soli la Verità, nessun altro Ingannatore avrebbe potuto fare il suo sporco gioco. Siamo noi che abbiamo permesso che ci ingannassero, la nostra indolenza ha lasciato che gli Ingannatori inquinassero la storia dell'umanità e degli Dei. Quindi ora è nostro dovere riconoscere l'errore e rimboccarci le maniche affinché le future progenie possano vivere in un mondo più vero, un mondo in cui la Storia e la Verità si congiungano onestamente.

 

 

 

 

FASE II: Puntare all'essenza e ricostruire i fatti

Ma se la storia è stata corrotta, come facciamo allora noi a risalire alla Verità Originale? Questa è una domanda che sicuramente si fanno in molti. Purtroppo non potremmo mai avere certezza di come andarono realmente tutti i fatti nei dettagli, però possiamo comunque ritrovare l'essenza della Verità. Per farlo basta semplicemente studiare le diverse versioni di questa Storia corrotta, leggere con attenzione la versione dei diversi popoli nei diversi millenni e osservare ciò che hanno in comune.

 

Vi accorgerete ad esempio che in quasi tutti i culti si parla di due fratelli (a volte fratellastri) che hanno litigato per qualcosa, che si sono divisi e che uno viene tendenzialmente demonizzato. Noterete che in ogni culto esiste un dio che ha portato civiltà e conoscenza ed uno invece più geloso e iracondo. Spesso ritroverete due gemelli, uno di sesso maschile e uno di sesso femminile, e altrettanto ricorrente è la storia di un eroe o eroina che discende negli inferi in cerca di qualcuno o qualcosa, talvolta di se stessi. Noterete che c'è quasi sempre una trinità, a volte unicamente maschile, altre volte femminile, altre mista, composta da un padre e una madre che danno alla luce un bambino divino. In certe circostanze è solo la Madre a generare il bambino. Noterete che in ogni culto o quasi, c'è l'attesa di un dio che deve rinascere in Terra, a volte già nato, a volte ancora atteso. Questi sono solo alcuni dei tanti fattori ricorrenti che si presentano nei vari culti. Ma questa è soltanto la mia ricerca. Io oggi ero partita con il voler scrivere un semplice articolo in cui spiegavo chi fosse Satana per me, ma poi ho pensato che se lo avessi fatto molti lo avrebbero letto e lo avrebbero assorbito dandolo per vero senza nemmeno accertarsene. Io non voglio questo, on voglio contribuire a rendervi ancora più pigri e passivi. Io ovviamente sono assolutamente convinta della Verità a cui sono arrivata e so dunque che non vi ingannerei raccontandovi menzogne come hanno invece fatto gli Oscurantisti, però sono dell'idea che ognuno di noi debba abituarsi a ricercare SEMPRE la propria Verità, senza accontentarsi di quella di un altro. Anche perché sono sicura che se voi ricercherete da soli la vostra Verità, come ho fatto io e  tuttora faccio, vi stupirete nel constatare che molto probabilmente potremmo giungere alle stesse conclusioni. Quante volte ad esempio vi è capitato di leggere un libro o la testimonianza di qualcun altro e pensare "cavolo, era la stessa cosa che pensavo anche io. È la stessa cosa che ho sempre sentito" Questo significa che c'è una Verità fatta di Essenza comune e che come l'hanno trovata altri, possiamo trovarla anche noi.


Io posso attraverso i miei articoli darvi soltanto degli spunti, fornire ispirazione, stimoli, ma alla fine ognuno di noi deve fare il suo percorso, ognuno deve fare la sua personale ricerca. Non esisteranno mai Verità per sentito dire, la Verità è qualcosa che non può avere intermediari, riguarda solo noi stessi e il Sacro. Quindi fate le vostre ricerche, studiate, confrontate, meditate, e soprattutto ascoltate il vostro istinto. La nostra Anima sa ogni cosa, ma la mente, che traduce il tutto in archetipi, tende a razionalizzare cose che non possono essere razionalizzate. Quando l'Anima ci porta messaggi importanti, la mente cerca subito di tradurre quel messaggio dandogli una forma ma alcune cose che appartengono solo all'invisibile non hanno forma e pertanto non possono essere descritte in termini umani. Accade così che il messaggio stesso si perde, perché se la Ragione non riesce a tradurre un concetto allora lo rimuove definitivamente. Quindi, badate all'essenza senza impazzire per cercare di dare sempre ad essa una forma. Se non potete capire, allora limitatevi a sentire.



FASE III: Riscrivere la storia

E questa è una cosa che potremmo fare soltanto insieme. Perché il vero obiettivo finale non è l'Evoluzione individuale, bensì l'Evoluzione collettiva. L'Evoluzione della nostra razza spirituale. L'Evoluzione individuale, preciso, è essenziale, ma non è la fine, semmai è solo l'inizio. Diamoci da fare e miglioriamo noi stessi e la nostra piccola porzione di mondo.

 

 

 

 

Jennifer Crepuscolo

Anno MMXI

 

 

 

 

 

.

 

 

Copyright © Unione Satanisti Italiani 2010 - 2019
X

Right Click

No right click